Sanità: Cirio, serve programmazione, in passato non c'è stata

mercoledì 16 ottobre 2019


ZCZC4848/SXR
OTO16192_SXR_QBKT
R POL S56 QBKT

   (ANSA) - VERCELLI, 16 OTT - "La carenza di medici nelle
strutture ospedaliere è un problema che conosciamo benissimo: è
necessario ritornare ad avere una programmazione che in passato
non c'è stata". Così il presidente della Regione Piemonte,
Alberto Cirio, intervenuto questa mattina alla cerimonia di
inaugurazione della nuova Emodinamica all'ospedale Sant'Andrea
di Vercelli.
   Cirio ha ribadito la volontà di finanziare con fondi
regionali e delle fondazioni bancarie 50 borse di
specializzazione aggiuntive rispetto a quelle finanziate dallo
Stato, "che non sono sufficienti - ha aggiunto -. In questo modo
50 nuovi medici verranno a specializzarsi in Piemonte, e saranno
obbligati a rimanere per 5 anni a fare i medici nella nostra
regione. Altrimenti sarebbe difficile mantenerli qui". Il
presidente della Commissione Sanità, il consigliere regionale
vercellese Alessandro Stecco, ha annunciato l'intenzione di
portare in tutta la Regione la trasmissione
dell'elettrocardiogramma dall'ambulanza direttamente in reparto,
portando così il Piemonte alla pari con altre regioni d'Italia
dove questo sistema è già una realtà.(ANSA).

     Y70-GTT
16-OTT-19 13:24 NNN