Patto salute: Icardi,bene fondi per assunzioni, ora le norme Soddisfatto per la nuova bozza, spariti i commissariamenti

giovedì 28 novembre 2019



ZCZC8335/SX4
XSP11204_SX4_QBXI
R POL S04 QBXI

   (ANSA) - ROMA, 28 NOV - "E' un importante passo in avanti per
la Sanità quello raggiunto con il nuovo testo per il Patto per
la Salute": è il coordinatore degli assessori alla Sanità nella
Conferenza delle Regioni, il piemontese Luigi Icardi, a
sottolineare in particolare il passaggio per le assunzioni del
personale all'interno della cosiddetta "bozza 36" che dovra'
essere approvata entro fine mese. La norma cosi' come e' stata
riscritta, triplica i fondi per le assunzioni del personale da
parte delle regioni. Per ora non ci sono stime sui numeri degli
operatori che potranno entrare nelle corsie e, in particolare
nei pronto soccorso. Il secondo punto di rilievo e' la scomparsa
del commissariamento in caso di mancato raggiungimento dei
Livelli essenziali di assistenza, sostituito da un affiancamento
da parte del Governo.
    Aumentato anche il budget per le prestazioni dei privati
accreditati. Tutte questioni ritenute cruciali per le regioni.
"Sono passaggi significativi", ha aggiunto l'assessore.
"Per la carenza dei medici ci siamo raccomandanti di fare presto
con i protocolli che dovranno essere preparati dal Miur per
poter assumere anche gli specializzandi e adottare quelle misure
di urgenza di cui si parla da tempo", ha aggiunto.
   Per la prossima settimana Icardi ha annunciato la
convocazione  di una commissione salute straordinaria.
L'obiettivo e' quello di limare le ultime parti e arrivare
all'approvazione entro il 31 dicembre in ottemperanza della
norma della Finanziaria dello scorso anno che prevedeva
l'aumento di 2 miliardi del fondo sanitari nazionale a
condizione di approvare il patto della Salute entro l'anno.
(ANSA).

     BR
28-NOV-19 18:26 NNN