CORONAVIRUS: MUSUMECI ATTACCA, 'IERI SERA TROPPI ARRIVI A MESSINA, NON SIAMO CARNE DA MACELLO'

lunedì 23 marzo 2020


TELECOM NÒVITA | News Experience
ZCZC ADN0034 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RSI Palermo, 23 mar. (Adnkronos) - Notte particolarmente movimentata all'arrivo dei traghetti a Messina a causa delle centinaia di auto sbarcate in Sicilia. A lanciare l'allarme è stato nella tarda serata il governatore siciliano Nello Musumeci. "Mi segnalano appena adesso che a Messina stanno sbarcando dalla Calabria molte persone non autorizzate- ha detto Musumeci - Non è possibile e non accetto che questo accada. Ho chiesto al prefetto di intervenire immediatamente. C'è un decreto del ministro delle Infrastrutture e del ministro della Salute che lo impedisce. Pretendo che quell'ordine venga rispettato e che vengano effettuati maggiori controlli alla partenza. Il governo nazionale intervenga perché noi siciliani non siamo carne da macello". Poi nella notte la svolta: "Ho appena avuto conferma dalla prefettura di Messina che saranno ulteriormente intensificati i controlli sullo Stretto- annuncia Musumeci - Possono passare, alla luce del provvedimento nazionale, solo i pendolari che svolgono servizio pubblico, come sanitari, forze armate e di polizia. Basta. Stiamo facendo sacrifici enormi e bisogna dare certezze a tutti i cittadini che questa fase è seguita con impegno". (Ter/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 23-MAR-20 07:12 NNNN