Coronavirus: Gimbe, guardia alta, salgono casi e malati ordinari

giovedì 6 agosto 2020


(AGI) - Roma, 6 ago. - Un incremento del 11,2% dei nuovi casi di contagio da coronavirus (1.931 vs 1.736), a fronte di una lieve diminuzione del numero di tamponi diagnostici. E' il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe riferito alla settimana che va dal 29 luglio al 4 agosto. Se i pazienti in terapia intensiva restano sostanzialmente stabili (41 vs 40), si assiste ad un ulteriore lieve aumento (761 vs 749) di quelli ricoverati con sintomi. Ecco alcune cifre in dettaglio: Decessi: +48 (+0,1%); terapia intensiva: +1 (+2,5%); ricoverati con sintomi: +12 (+1,6%); nuovi casi totali: +1.931 (+0,8%); tamponi diagnostici: -1.911 (-1%); tamponi totali: +21.415 (+6,5%). "Negli ultimi 7 giorni - afferma Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - si conferma il trend in crescita sia dei nuovi casi, sia dei pazienti ospedalizzati con sintomi. Due segnali invitano a mantenere alta la guardia, senza fomentare allarmismi, ma con grande senso di responsabilita' individuale e collettiva". (AGI)Cop 06/08/2020 11:16 NNNN Coronavirus: Gimbe, guardia alta, salgono casi e malati ordinari (2) ZCZC AGI0223-R01 3 CRO 0 Coronavirus: Gimbe, guardia alta, salgono casi e malati ordinari (2) (AGI) - Roma, 6 ago. - Anche nella settimana 29 luglio - 4 agosto si rileva una notevole variabilita' regionale: in 7 Regioni si rileva una riduzione complessiva di 281 nuovi casi rispetto alla settimana precedente, con un range che varia dai -62 casi dell'Emilia-Romagna a -7 della Valle D'Aosta. Le restanti 14 Regioni registrano un aumento dei nuovi casi: svetta quello del Veneto (+226), mentre altrove gli incrementi oscillano dai +41 della Provincia Autonoma di Bolzano a +6 di Liguria e Umbria. "Quale indicatore della diffusione del contagio - spiega ancora Cartabellotta - abbiamo rivalutato la distribuzione geografica dei 12.482 casi attivi al 4 agosto, i casi "attualmente positivi" secondo la denominazione della Protezione Civile, diminuiti complessivamente di 127 unita' rispetto alla settimana precedente". Il 46,1% si concentra in Lombardia (5.752); un ulteriore 35,5% si distribuisce tra Emilia-Romagna (1.581), Veneto (1.065), Lazio (987), Piemonte (798); i rimanenti 2.299 casi (18,4%) in 16 Regioni e Province autonome con un range che varia dai 405 della Toscana ai 13 della Valle D'Aosta. (AGI)Cop 06/08/2020 11:18