Industria: Poletti, centralità è ancora su manifattura

giovedì 30 novembre 2017



ZCZC7354/SXR
OVE64834_SXR_QBXV
R ECO S41 QBXV

'Paese ha bisogno di competenze tecniche e scientifiche'
   (ANSA) - VERONA, 30 NOV - "Noi abbiamo scelto con molta forza
il sostegno alla manifattura, questo appare in termini chiari".
Lo ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti,
partecipando alla giornata inaugurale del 27/o 'Job&Orienta'
alla fiera di Verona. "Questo Paese - ha aggiunto - ha tante
opportunità, perché ha una grande presenza di strutture
culturali, sui servizi, ma la storia del successo economico
dell'Italia è nella sua capacità di fare cose belle e buone che
sono apprezzate nel mondo. Quindi la centralità della
manifattura". Centralità, ha osservato, "che si regge su persone
in grado di fare bene quelle cose. Pertanto abbiamo bisogno di
competenze tecniche, di competenze scientifiche; abbiamo bisogno
di periti, di tecnici, di ingegneri". "Quindi - ha proseguito -
è necessario che le famiglie, i giovani comprendano questa
opportunità e la scelgano. Poi noi dobbiamo dar loro una buona
formazione, dobbiamo avere buoni istituti, ma insieme a questo
dobbiamo anche far crescere una cultura e un'attenzione che oggi
ci fa dire che la manifattura è una grande opportunità".
    Per Poletti servono inoltre competenze "sul versante della
digitalizzazione, di tutte quelle dinamiche dell'innovazione che
stiamo sostenendo con i finanziamenti alle imprese che innovano.
Ma se finanziamo le imprese che innovano abbiamo bisogno anche
di competenze adeguate a gestire questi dati di innovazione".
(ANSA).

     YV8-GM
30-NOV-17 16:32 NNN
ZCZC7415/SXR
OVE64737_SXR_QBXV
R ECO S41 QBXV
Industria: Poletti, centralità è ancora su manifattura (2)

   (ANSA) - VERONA, 30 NOV - "L'orientamento - ha infine
spiegato Poletti - è un elemento assolutamente essenziale e
avere un'occasione come Job&Orienta, dove si possono vedere
concretamente in campo le diverse esperienze che in tanti
luoghi, come le aziende, le scuole, le istituzioni si mettono in
campo, è sicuramente una grande opportunità". "Vale proprio la
pena conoscere quello che accade e poi dare concretamente il
segno dell'importanza dell'orientamento e del dialogo tra la
scuola e il lavoro che è, credo, la chiave per il nostro futuro"
ha concluso il ministro. (ANSA).

     YV8-GM
30-NOV-17 16:36 NNN