Scuola: ass. Basilicata, calo studenti è emergenza sociale

mercoledì 11 settembre 2019


ZCZC1302/SXR
OPZ33647_SXR_QBXD
R POL S44 QBXD

   (ANSA) - POTENZA, 11 SET - L'assessore regionale alle
Attività produttive, Francesco Cupparo (con delega alla Pubblica
istruzione) stamani - secondo quanto reso noto dall'ufficio
stampa della Giunta lucana - nelle scuole di Francavilla in
Sinni, Senise e Grumento Nova (Potenza) ha incontrato gli
studenti, i docenti e tutto il personale per rivolgere gli
auguri per il nuovo anno scolastico.
   "Il viaggio tra le scuole lucane che - ha sottolineato
l'assessore - proseguirà in settimana con visite in un istituto
di Potenza e in istituti di altri centri anche del Materano è
cominciato da aree che, come il Senisese e la Val d'Agri,
risentono in maniera più marcata la riduzione di alunni, specie
nella scuola dell'obbligo. Circa 1.700 in meno alunni,
complessivamente nell'anno scolastico appena cominciato, è la
prima vera e propria emergenza che dobbiamo fronteggiare su più
campi, un'emergenza - ha proseguito - che è civile, sociale e
culturale, rappresentando l'aspetto più allarmante della tenuta
demografica della nostra regione".
   Secondo Cupparo, "l'altra faccia della medaglia è la
situazione che riguarda il personale scolastico - docente e
tecnico-amministrativo - che costringe troppi insegnanti lucani
a spostarsi in scuole del Nord ed altri a ricercare supplenze e
quindi a ripiegare in un lavoro precario. Le competenze per la
condizione di lavoro dei docenti sono nazionali e pertanto - ha
detto l'assessore - svolgeremo le nostre azioni di tutela del
personale lucano della scuola in sede di Conferenza
Stato-Regioni con un pressing nei confronti del nuovo Ministro
Lorenzo Fioramonti".
   "Quello che - ha aggiunto - invece faremo direttamente, come
ho avuto modo di dire nei primi incontri, sarà rivolto a
qualificare sempre di più la formazione scolastica dei nostri
ragazzi, a creare condizioni di studio le più idonee, a partire
dall'adeguamento degli istituti da rendere tutti a norma
anti-sismica, e alla dotazione informatica e di strumentazioni
tecnologiche perché si superi il gap di preparazione tra
studenti del Sud e del Nord evidenziato da centri del Miur in
alcune specifiche materie. Intendiamo inoltre rafforzare - ha
continuato l'assessore - l'esperienza dell'attività di
Alternanza scuola-lavoro che è sicuramente uno strumento utile
per la preparazione dei giovani al lavoro e che richiede un
attento monitoraggio su quanto è stato fatto nello scorso anno
scolastico per ampliare la platea di studenti e di imprese
ospitanti. In particolare, va tenuto conto delle novità
introdotte in quelli che sono stati ribattezzati "percorsi per
le competenze trasversali e per l'orientamento" che, a decorrere
dall'anno scolastico 2018/2019, saranno attuati per una durata
complessiva non inferiore a 210 ore nel triennio terminale del
percorso di studi degli istituti professionali; non inferiore a
150 ore nel secondo biennio e nell'ultimo anno del percorso di
studi degli istituti tecnici; non inferiore a 90 ore nel secondo
biennio e nel quinto anno dei licei. Credo - ha concluso Cupparo
- che le parole di augurio più efficaci siano quelle espresse
dal Presidente Bardi, che condivido: 'Creare le condizioni
perché le aspettative e i sogni dei nostri ragazzi diventino
realizzabili e da noi in Basilicata'". (ANSA).

     COM-LSC
11-SET-19 10:48 NNN