Lavoro: Regioni, intesa su decreto Jobs act

giovedì 30 luglio 2015



ZCZC2467/SXA
XRR90801_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB

   (ANSA) - ROMA, 30 LUG - La Conferenza delle Regioni ha dato
l'intesa sui decreti del Jobs act con l'accordo che le Regioni
avranno una parte centrale nella gestione dei centri per
l'impiego e le politiche attive sul lavoro. A darne notizia sono
stati il governatore della Toscana, Enrico Rossi, e il
coordinatore degli assessori regionali al Lavoro, Gianfranco
Simoncini.
   "Le Regioni saranno protagoniste - ha spiegato Rossi -
nell'organizzazione delle politiche attive sul lavoro. Questo è
un fatto decisivo, perché si apre ad un ruolo determinante su
una materia delicata ed è stato fatto un passo avanti nei
rapporti con il governo. Le politiche attive si fanno sui
territori con la formazione, per favorire lo sviluppo".
   I centri per l'impiego, a quanto si apprende, saranno per due
terzi a carico del governo, per un terzo a carico delle Regioni.
"L'annualità 2015 vede le Regioni in difficoltà ma comunque
questa è una partita importante", sottolinea il governatore del
Veneto, Luca Zaia, il quale ricorda che la sua Regione conta 170
mila disoccupati di cui 42 mila immigrati.(ANSA).

     VR/IMP
30-LUG-15 13:02 NNN