Disabili: Regioni, rifinanziare Fondo per eliminare barriere

lunedì 15 febbraio 2016



ZCZC5588/SX4
XCI51768_SX4_QBXI
R CRO S04 QBXI

"Non alimentato dal 2000 ma richieste e aspettative crescono"
(ANSA) - ROMA, 15 FEB - Rifinanziare il Fondo speciale per
l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici
privati istituito con Legge del 9 gennaio 1989, n. 13,
alimentato fino all'anno 2000, anno in cui il Ministero delle
Infrastrutture ha emanato l'ultimo decreto di riparto pari a
circa 10 milioni di euro. A chiederlo, in un ordine del giorno
approvato nell'ultima seduta dalla Conferenza delle Regioni e
delle Province autonome, sono i governatori.
La norma di riferimento - ricordano i governatori - obbliga
i Comuni e le Regioni a raccogliere le richieste dei cittadini.
Da un'indagine effettuata dalle Regioni queste domande, nel
solo periodo 2010-2015, hanno un valore complessivo nazionale di
circa 450 milioni di euro. Le Regioni, in questi ultimi cinque
anni, hanno fatto fronte con circa 150 milioni, ma, ovviamente,
le risorse che tra difficoltà hanno messo a disposizione, non
sono sufficienti a coprire un fabbisogno che negli anni si è
rivelato costante. I cittadini, evidenzia il documento,
continuano a manifestare, nei confronti dei Comuni e soprattutto
delle Regioni il loro dissenso verso una misura che genera
aspettative ma le stesse non possono essere - allo stato attuale
- corrisposte. Di qui la richiesta delle Regioni di istituire un
tavolo di confronto, di rifinanziare il Fondo e di rivedere la
norma stessa. (ANSA).

VR
15-FEB-16 16:45 NNN