Inps: al Sud quasi il 70% di domande di Rei accolte

mercoledì 5 dicembre 2018


ZCZC
PN_20181205_00118
4 ECO gn00 atlk XFLA

Roma, 5 dic. (askanews) - Le domande di Reddito d'Inclusione
presentate al 30 settembre 2018 sono state 787.982, poco meno del
50% dei nuclei stimati dall'Istat in situazione di povertà
assoluta. Alla stessa data le domande ReI accolte sono risultate
375.799 pari al 47,7% del totale. La forte incidenza delle
regioni meridionali è rilevabile da 252.269 domande accolte pari
al 67,1% del totale nazionale. Le domande accolte nelle regioni
centrali sono risultate 53.042 pari al 14,1% e quelle nelle
regioni settentrionali 70.488 pari al 18,7%. E' quanto emerge dal
Rendiconto Sociale dell'Inps.
Il Reddito di Inclusione (ReI), introdotto nel 2017 ed  operativo
dal 1 gennaio 2018, sostituisce ed assorbe il Sostegno
all'Inclusione Attiva (SIA),  misura sperimentale di contrasto
alla povertà, operativa dal 2016 e fino al 31 ottobre 2017 alla
quale hanno potuto accedere i nuclei familiari in condizioni di
bisogno. Il ReI è riconosciuto previa valutazione della
situazione economica e dell'adesione ad un progetto
personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e
lavorativa.
E' importante evidenziare che i beneficiari sono risultati  per
330.613 cittadini italiani, pari al 88%. Se si considerano i
cittadini dell'Unione Europea tale percentuale sale al 91,8%,
mentre i cittadini extracomunitari beneficiari risultano 30.072
pari al 8,0%.

Mlp


Roma, 05 DIC 2018 10:18
"

NNNN