DONNE. LEGGE PER ORFANI FEMMINICIDIO, EMILIA-R. SOLLECITA GOVERNO

mercoledì 30 ottobre 2019


ZCZC
DIR0894 3 SOC  0 RR1 R/EMR / BOL /TXT 

(DIRE) Bologna, 30 ott. - Il Governo acceleri sulla legge a
favore degli orfani di femminicidio emanando "con urgenza" i
decreti attuativi necessari. A chiederlo e' la Regione
Emilia-Romagna, attraverso una risoluzione della maggioranza di
centrosinistra approvata oggi in commissione Parita'. Nel
documento parla di "modifiche al codice civile, al codice penale,
al codice di procedura penale e altre disposizioni in favore
degli orfani per crimini domestici, anche attraverso il ricorso
alla Conferenza delle Regioni", chiedendo "con urgenza al Governo
di provvedere alla piena e completa attuazione della legge,
attraverso l'emanazione in tempi celeri dei decreti attuativi
necessari".
   La legge, approvata nel 2018, ha l'obiettivo di "aiutare gli
orfani di genitore ucciso dal coniuge, anche separato o
divorziato, o da chi era legato al genitore con unione civile".
In Emilia-Romagna, si riporta nella risoluzione, "tra il 2006 e
il 2015 sono state uccise 101 donne: l'80% delle vittime era di
origine italiana e la maggior parte aveva tra i 46 e i 60 anni.
Il 78% degli autori e' italiano e in sei casi su otto l'omicida
e' il partner, marito, convivente o l'ex, mentre nei restanti due
casi e' il figlio". In Emilia-Romagna, si legge ancora nel
documento, "si puo' contare su una rete di servizi sociali
territoriali e sanitari che garantiscono interventi tempestivi e
accurati, rispetto alle tematiche della protezione e tutela
dell'infanzia, del sostegno alle figure parentali significative e
dell'affidamento familiare, ma che non sono la risposta per
l'emergenza in questione".
  (San/ Dire)
12:56 30-10-19

NNNN