CASA: MARTINI, SE COSI' TOSCANA NON ADOTTERA' PIANO DEL GOVERNO

mercoledì 18 marzo 2009



ZCZC
ADN0593 3 ECO 0 ADN ECO NAZ RTO

      
      ''PROVVEDIMENTO DI DEREGULATION E DECADIMENTO REGOLE''

      Firenze, 18 mar. - (Adnkronos) - ''Se il decreto sara' scritto
sulla base delle anticipazioni che abbiamo letto, non adotteremo
questo piano casa, visto anche che sara' lasciata liberta' alle
regioni di adottarlo''. Lo ha detto il presidente della Regione
Toscana, Claudio Martini, conversando con i giornalisti a margine di
un convegno a Firenze. Il piano casa del governo ''mi sembra un
provvedimento di deregulation e di decadimento di tutte le regole -
accusa il governatore toscano - e dai benefici ben scarsi anche per il
settore dell'edilizia''.

      ''Nelle leggi regionali - prosegue Martini - ci sono gia' gli
strumenti per i cittadini che vogliono adeguare le loro abitazioni, ma
per fare questo non c'e' bisogno di smontare i piani urbanistici ed
edilizi. Stiamo parlando di un provvedimento, quello del governo, di
cui abbiamo letto solo le anticipazioni sui giornali. Non c'e' stato
ancora nessun incontro tra governo e regioni, ed e' bizzarro,
considerato che poi si chiede alle regioni di essere gli enti che
attuano le direttive. Mi sembra che in tempi di discussione sul
federalismo, e' un non senso che le regioni vengano trattate cosi'''.

      ''Se si vuol dare una mano all'edilizia - conclude il presidente
della Regione Toscana - potremmo invece incentivare e sostenere
costruzioni e ristrutturazioni di edifici con i criteri della
bioedilizia e dell'efficienza energetica''.

      (Fas/Col/Adnkronos)
18-MAR-09 14:05

NNNN