ALTO ADIGE: GOVERNO IMPUGNA LEGGE SULLA TOPONOMASTICA

venerdì 16 novembre 2012



ZCZC4815/SXA
OBZ99689
R POL S0A QBXB
ALTO ADIGE: DURNWALDER, QUESTO GOVERNO NON MI SORPRENDE PIU'
(V. 'ALTO ADIGE: GOVERNO IMPUGNA LEGGE...', DELLE 14.50)
   (ANSA) - BOLZANO, 16 NOV - ''L'impugnazione della legge sulla
toponomastica da un lato mi sorprende, perche' gli incontri
avuti nelle scorse settimane a Roma ci facevano sperare.
Dall'altro lato non mi sorprende, perche' ormai sono abituato a
non aspettarmi nulla di buono da questo governo''. Il
governatore altoatesino Luis Durnwalder ha commentato cosi' la
decisone del Consiglio del ministro di impugnare il testo.
L'opposizione (italiana e tedesca) gioisce.
   ''Dobbiamo anche tenere conto del fatto - ha aggiunto - che i
circolo nazionalistici locali sono andati in pellegrinaggio a
Roma per mobilitare il governo contro questa legge. Certamente
ci costituiremo in giudizio''.
   La legge provinciale sulla toponomastica in Alto Adige aveva
suscitato polemiche ancora prima di nascere. Il consiglio
provinciale aveva approvato il testo il 15 settembre scorso (con
20 voti favorevoli, 12 contrari e 2 astensioni) dopo un aspro
dibattito durato oltre 40 anni. Mentre per i toponimi 'maggiori'
vale il principio di bilinguismo, il reale uso di quelli
'minori' italiani (come malghe e cime di montagna) viene
verificato a livello comprensoriale e approvato da un apposito
comitato provinciale.
   ''L'impugnazione e' una notizia positiva, perche' ci da' la
possibilita' di modificare la legge'', afferma la consigliera
provinciale Eva Klotz che definisce ''inammissibile che la legge
preveda nomi inventati dal fascismo''. Soddisfatto, ma per
motivi opposti, il deputato Pdl Giorgio Holzmann che ricorda di
aver ''richiamato l'attenzione del governo sul fatto che questa
legge viola il principio di bilinguismo imposto dallo statuto
d'autonomia. Non dimentichiamo che la popolazione di lingua
italiana da 100 anni usa questi toponimi''. (ANSA).

     WA
16-NOV-12 15:40 NNN


ZCZC4273/SXR
OBZ99030
R POL S41 QBJC

'IN CONTRASTO CON NORME INTERNAZIONALI E CON COSTITUZIONE'
   (ANSA) - BOLZANO, 16 NOV - Il Consiglio dei ministri ha
impugnato davanti alla Corte Costituzionale la legge della
Provincia di Bolzano n. 15 del 20/09/2012 sulla toponomastica,
''in quanto contenente disposizioni in materia di toponomastica
in contrasto con norme internazionali e, quindi, con l'art. 117,
primo comma, della Costituzione e con diversi articoli dello
Statuto speciale della Regione trentino Alto Adige''.
(ANSA).

     WA
16-NOV-12 14:50 NNN