Ferrovie:Rossi,'Giustizia ferroviaria!Moretti pensa solo Av'

mercoledì 4 dicembre 2013



ZCZC0591/SXR
OFI47833
R CRO S57 QBXX

Presidente Toscana in viaggio a sorpresa con i pendolari
(ANSA) - FIRENZE, 4 DIC - Ai trasporti serve "giustizia
ferroviaria": a chiederla e' il presidente della Regione Toscana
Enrico Rossi che stamani ha condiviso con i pendolari, a
sorpresa, il viaggio sul treno regionale che dal Valdarno arriva
a Firenze. "Mi hanno detto i miei compagni di viaggio che
stamani e' andata un po' meglio del solito quanto a puntualita' -
ha detto Rossi sceso alla stazione di Campo di Marte - ma resta
il problema del sovraffollamento e delle interferenze con i
convogli dell'alta velocita'". E a chi gli ha fatto notare che
l'ad di Ferrovie Mauro Moretti ha sostenuto che i problemi
riscontrati sulle linee pendolari derivano da responsabilita'
delle Regioni, Rossi ha replicato: "Ognuno faccia il suo
mestiere. Piuttosto che fare dichiarazioni politiche, Moretti,
che non e' un politico, pensi a far funzionare i treni. Non si e'
mai visto un fornitore che attacca il committente di un
servizio. Al governo chiederemo di una vera gara e se la
aggiudichi chi sapra' fornire il servizio migliore". "Moretti -
ha poi aggiunto Rossi - fa parte di quella classe dirigente che
e' stata impegnata solo sull'alta velocita'. I treni veloci
trasportano centomila persone al giorno, ma i pendolari sono
milioni: lavoratori e di studenti che devono essere trattati in
maniera degna. E anche la politica - ha detto il governatore -
deve rimettere al centro il trasporto regionale". (ANSA).

FBB
04-DIC-13 09:01 NNN