TPL: CALDORO AL GOVERNO "BASTA TAGLI"

martedì 31 marzo 2015





ZCZC IPN 294
POL --/T
TPL: CALDORO AL GOVERNO "BASTA TAGLI"
NAPOLI (ITALPRESS) - "Basta tagli, non possiamo continuare piu' ad
avere riduzioni. Con la recente manovra del Governo Renzi abbiamo
avuto tagliato oltre il 60% degli investimenti, praticamente non
c'e' quasi piu' nulla per investire". Cosi il governatore campano
Stefano Caldoro, a margine degli stati generali sul trasporto
pubblico locale che a Napoli ha visto per due giorni riuniti
amministratori locali provenienti da diverse Regioni italiane che
al termine della due giorni hanno chiesto al Governo un piano
Marshall per il settore. "E' quello che abbiamo fatto in Campania
- sostiene Caldoro -, con un piano di 750 milioni per coprire i
debiti della precedente amministrazione", e, "aggiungiamoci anche
quelli: i tagli del Governo, che qui in Campania sono stati anche
del 20% contro il 10 nel resto d'Italia. Nonostante tutto siamo
riusciti a costruire un piano, con una struttura commissariale
anche del ministero delle Infrastrutture, e per fortuna siamo
riusciti nel pareggio di bilancio delle nostre societa' di
trasporto; poi ci sono gli investimenti che sono partiti
recuperando treni sulla Circumvesuviana dove siamo credo a 70
treni, il tutto avendo eredito come per la sanita' un disastro
dalla precedente amministrazione", ripete Caldoro. Che poi
aggiunge: "devo ringraziare i sindacati per questo lavoro di messa
a posto dei conti e di investimenti che sono partiti, circa 280
milioni".
(ITALPRESS).
fpa/pc/red
31-Mar-15 14:23
NNNN


NNNN

TPL: CALDORO AL GOVERNO "BASTA TAGLI"-2-
ZCZC IPN 295
POL --/T
TPL: CALDORO AL GOVERNO "BASTA TAGLI"-2-

Sollecitato dai cronisti, a commentare le dichiarazioni di
Vincenzo De Luca, candidato per il centrosinistra alle prossime
Regionali in Campania, che a proposito di trasporti in Campania ha
parlato di "disastro", Caldoro risponde dicendo che "queste
critiche potrebbe farle un movimento come i 5 Stelle che non hanno
avuto responsabilita' amministrative nel passato, ma non gli
artefici del disastro: dovrebbero stare in po' in silenzio per
pudore, in particolare il centrosinistra su trasporti e sanita' e'
bene che eviti di parlare perche' e' mondialmente riconosciuto in
Europa in Italia che il disastro e' targato Pd e centrosinistra lo
dicono le carte non lo dico io. E' giusto risolvere problemi non
buttare ipocrisie in giro - continua - poi tutti riservatamente
hanno detto meno male che e' stato fatto questo piano sui
trasporti perche' era l'unico possible; tuttavia siamo sempre
pronti ad accettare consigli e soluzioni condivise". Sulle gare
dice invece: "abbiamo fatto le gare, siamo la prima regione
italiana che ha bandito le gare per le liberalizzazioni. Ci sono
state delle sospensive del Tar come nelle altre Regioni, e' cio'
anche per una normativa poca chiara".
(ITALPRESS).
fpa/pc/red
31-Mar-15 14:24
NNNN


NNNN