+T -T


Periferie: Gentiloni, rammendare per rendere citta' competitive

giovedì 7 dicembre 2017


ZCZC
AGI0330 3 POL 0 R01 /


(AGI) - Perugia, 7 dic. - Il piano delle periferie, per il
presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni ha l'obiettivo di
"rammendare" le zone urbane per rendere le "citta'
competitive". "Non siamo nella fase in cui si sviluppano
aree nuove di urbanizzazione -ha rimarcato a Perugia -, ma
nella fase in cui le aree che hanno una storia alle loro spalle
possono essere valorizzate e migliorate. Dietro questo rammendo
c'e' l'obiettivo di rendere le nostre citta' piu' competitive.
La competizione a livello europeo e internazionale si svolge
oggi attraverso la capacita' di attrarre delle diverse citta':
turismo, insediamenti produttivi, giovani, innovazione
tecnologica. Nell'ottica di rendere i centri urbani piu'
competitivi e attrattivi - ha spiegato il premier - gli
obiettivi da perseguire sono molteplici: La sostenibilita'
ambientale, in termini di mobilita' e anche sul terreno del
rischio idrogeologico, ma anche l'inclusione sociale,
attraverso strutture ricreative, di accoglienza, che permettano
di migliorare la capacita' di alcune aree delle nostre citta'
di essere accoglienti. Sappiamo bene che il fatto di vivere in
citta' non ha risolto alcuni dei rischi che attraversano le
nostre societa' contemporanee - ha spiegato - puo' capitare che
il rischio terribile della solitudine si manifesti nelle grandi
aree urbane non meno che in centri piccoli e dispersi". (AGI)
Dpg
071319 DIC 17

NNNN