AUTOSTRADE GENOVA. TOTI: NON ESISTE PROGETTO ALTERNATIVO GRONDA

martedì 20 novembre 2018



ZCZC
DIR2134 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT  


"PER RIPARTIRE DACCAPO SERVONO 3-4 ANNI. GOVERNO SI ESPRIMA".

(DIRE) Genova, 20 nov. - "Non esiste una gronda bassa e una
gronda alta. Esiste un solo progetto di Gronda che al momento e'
nella sua fase esecutiva, in attesa dell'ultima firma del
ministero dei Trasporti per la cantierizzazione prevista negli
accordi di programma tra Societa' Autostrade e ministero stesso,
vigenti per legge e a cui tutti dobbiamo attenerci, almeno fino a
che non cambieranno. Non so se e' il miglior tracciato possibile
ma, al momento, e' l'unico che esiste". Cosi' il presidente della
Regione Liguria, Giovanni Toti, intervenendo oggi pomeriggio in
consiglio regionale nel dibattito relativo a un ordine del giorno
proposto dal Pd sulla necessita' di accelerare la realizzazione
della Gronda autostradale di Genova. "Esiste un solo progetto-
ribadisce il governatore- l'unico che ha avuto la valutazione di
impatto ambientale e tutti i visti necessari, nonche'
l'approvazione di pubblica utilita'. Tanto e' vero che abbiamo
gia' provveduto ai piani di esproprio e indennizzo".  
   Sull'ipotesi rilanciata nelle ultime ore di un possibile
tracciato alternativo, gia' scartato pero' all'epoca del
dibattito pubblico voluto dall'allora sindaco di Genova, Marta
Vincenzi, Toti ricorda che "non c'e' neppure un progetto
preliminare di eventuali altri tracciati per cui servirebbero
almeno tre o quattro anni di percorso solo per i passaggi
tecnici. Sono pronto a discutere delle modifiche di
miglioramento, qualora ce ne fossero, ma ripartire daccapo non
credo mi riguarderebbe perche' si andrebbe ben oltre le piu'
rosee prospettive di un mio secondo mandato". Il presidente della
giunta, infine, aggiunge che il consiglio dovrebbe "chiedere a
governo e Parlamento una parola chiara sulla volonta' di
proseguire quello che c'e' piuttosto che su un nuovo progetto".
  (Sid/ Dire)
17:32 20-11-18

NNNN