Ponte Genova: Toti, Fincantieri puo' dare grossa mano a citta'

martedì 20 novembre 2018


ZCZC
AGI0224 3 CRO 0 R01 /

(AGI) - Genova, 20 nov. - Il coinvolgimento di Fincantieri
nella realizzazione di un ponte d'acciaio per la viabilita'
alternativa di Genova rientra nell'idea dell'amministrazione di
"raddoppiare il ponte di via della Superba, la strada che
abbiamo realizzato in un mese dopo il crollo di ponte Morandi
per consentire lo spostamento dei mezzi pesanti tra l'aeroporto
e il porto di Genova". Lo ha spiegato il governatore ligure,
Giovanni Toti, tornando sull'intesa siglata dagli enti pubblici
con Cassa depositi prestiti, Ferrovie dello Stato, Fincantieri,
Snam e Terna, che prevede la disponibilita' di Fincantieri a
sostenere la mobilita' alternativa della citta' con un ponte.
"Su questa strada c'e' oggi un ponte piuttosto angusto - ha
ricordato il governatore - e consente un traffico piu'
difficoltoso dei mezzi pesanti. Fincantieri ha un importante
know how della carpenteria metallica e puo' dare una grossa
mano per creare un secondo ponte leggero che possa consentire
un traffico piu' fluido". Il protocollo "prevede anche un aiuto
per le pubbliche amministrazioni, uno scambio non solo di
informazioni, ma anche un sostegno che si e' gia' concretizzato
con case date da Cdp agli sfollati in un complesso residenziale
di Genova Quarto. Tra le misure previste anche una
riprogrammazione del debito degli enti pubblici - ha ricordato
Toti - E' un accordo piuttosto sofisticato, ma che puo' dare
una grande mano anche nei prossimi anni alla citta' di Genova e
alla Liguria". (AGI)
Ge4/Cre
201141 NOV 18

NNNN