+T -T


INFRASTRUTTURE. SUMMIT SBLOCCA-OPERE CON CONTE, BONACCINI SPERA

martedì 12 marzo 2019

Prima ancora di sedersi il 20 marzo al
tavolo del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli,
qualche indizio sul possibile esito del match sulle
infrastrutture dell'Emilia-Romagna potrebbe arrivare venerdi'.
Per quel giorno infatti e' convocato il summit sui cantieri da
sbloccare, alla presenza oltre che del titolare del ministero dei
Trasporti anche del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del
vicepremier Luigi Di Maio, ministro del Lavoro. Da Conte "andremo
e capiremo cosa ci dice", chiosa il presidente
dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano
Bonaccini, parlando oggi con la 'Dire'. "Se qualcosa si sta
muovendo nel Governo? Mi auguro di si'. Per due motivi". Da un
lato perche' "l'Italia sta entrando tecnicamente in recessione",
dall'altro perche', avverte Bonaccini, non si puo' pensare di
"cavarsela solo consegnando un assegno a persone nella
disperazione", con il reddito di cittadinanza al quale le Regioni
hanno appena dato l'ok.
   Un paese secondo il governatore Pd "deve preoccuparsi
contemporaneamente di fare ripartire l'economia, perche' presto o
tardi arrivi anche il posto di lavoro". Comunque, afferma ancora
Bonaccini, "la mobilitazione che abbiamo messo in campo" in
favore dello sblocco delle infrastrutture "spero qualche
risultato lo stia cominciando a dare, se non altro nell'aprire
gli occhi a chi si professa difensore del popolo da un lato e
amico delle imprese dall'altro, ma che in questo modo sta
affossando la ripresa economica e mette in grande difficolta' la
competitvia' del sistema produttivo".
  (Bil/ Dire)
18:36 12-03-19

NNNN