Tav: Cirio, anche Conte dice che bisogna andare avanti

mercoledì 26 giugno 2019


ZCZC
AGI0281 3 POL 0 R01 /


(AGI) - Torino, 26 giu. - "Non e' vero che si puo' uscire dai
bandi senza penali e non penso che il governo l'abbia mai
detto. Io credo nel vicepremier Salvini e nelle dichiarazioni
del premier Conte, che sicuramente non in modo entusiastico e
convinto, ha dichiarato che ormai a questo punto bisogna andare
avanti". Ad affermarlo, il presidente della Regione Piemonte
Alberto Cirio, oggi a Torino ad una iniziativa sui Corridoi
europei, organizzato da Confindustria. "Non ci sono ipotesi
alternative - ha aggiunto - la Tav va fatta senza se e senza ma
e senza". "Sono ottimista - ha spiegato Cirio - anche perche'
gli equilibri dopo le elezioni europee sono cambiate
all'interno del governo e la posizione del vicepremier Salvini
e' stata molto chiara e netta. Conoscendolo come persona
coerente e di parola, sono sicuro che arriveranno gli atti
politici che ci permetteranno di dire la parola fine. Ma oggi
dobbiamo essere felici perche' l'Europa ha risposto
positivamente". Cirio ha poi spiegato che nel pomeriggio
inviera' la lettera al Premier Conte per chiedere una parola
chiara da parte del governo sull'opera. "Il governo ricevera'
questa nostra missiva - ha spiegato - perche' l'Europa ci
chiede un segnale, non ci chiede neanche un particolare atto
formale, ci viene chiesto un segnale perche' i bandi che
abbiamo pubblicato ieri possano essere adeguatamente completati
con i capitolati che renderanno l'opera irreversibile". (AGI)
To1/Car
261251 GIU 19

NNNN