TURISMO: TCI PRESENTA LA GIORNATA TOURING 10-10-10

giovedì 7 ottobre 2010



ZCZC
ADN0327 5 ECO 0 ADN ETU NAZ

     

      Roma, 7 ott. - (Adnkronos) - E' stato presentato oggi il
programma delle attivita' dei paesi Bandiera arancione per La Giornata
Touring 10-10-10, che sara' organizzata contemporaneamente in 87
comuni di eccellenza di tutta Italia. L'iniziativa, realizzata sotto
l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio
del Ministro del Turismo, del Ministero per i Beni e le Attivita'
Culturali e dell'Anci, e' promossa dal Touring Club Italiano con il
supporto dell'Associazione dei Paesi Bandiera arancione e del Cobat
(Consorzio Nazionale Batterie Esauste). Alla conferenza stampa hanno
preso parte circa 70 sindaci dei 174 comuni Bandiera arancione che,
oltre a sottoscrivere simbolicamente la carta del turismo 10 e lode,
hanno riaffermato il loro impegno nella valorizzazione e nella difesa
del territorio.

      La formula vincente per contrastare la crisi del turismo
italiano, sostiene il Touring Club, risiede negli oltre 250 requisiti
che un comune italiano deve soddisfare per potersi fregiare del
marchio di qualita' Bandiera arancione e che sono riassunti nelle 5
macro aree stabilite dal Tci: accoglienza, ricettivita'/servizi
complementari, fattori di attrazione turistica, qualita' ambientale e
struttura/qualita' della localita'. Secondo i dati Tci relativi ai
benefici e alla ricaduta economica, i 174 comuni che rientrano nelle
Bandiere arancioni sono nettamente in controtendenza rispetto alla
media italiana degli altri comuni. Nel 2009 i residenti dei comuni
Bandiera arancione sono aumentati in media dello 0,25%, tasso
superiore al dato Italia e a quello dei Comuni dell'entroterra con
meno di 15.000 abitanti.

      Un ulteriore indice positivo rilevato nel 2009 e' che l'offerta
ricettiva delle localita' certificate e' aumentata in media rispetto
all'anno precedente del 6% in termini di esercizi, raggiungendo una
capacita' totale di circa 114.500 posti letto. Il dato e' superiore
rispetto alla crescita registrata a livello nazionale nello stesso
periodo (+4% nel numero di strutture). La tendenza positiva e'
determinata dalla dinamicita' dell'extra-alberghiero (+7% di esercizi)
che rappresenta l'82% dell'offerta ricettiva dei Comuni Bandiera
arancione. La categoria di questo settore che ha registrato gli
incrementi piu' significativi e' quella dei Bed and Breakfast, con un
+19% di strutture. (segue)

      (Sec/Col/Adnkronos)
07-OTT-10 12:34

NNNN
ZCZC
ADN0343 5 ECO 0 ADN ETU NAZ

      TURISMO: TCI PRESENTA LA GIORNATA TOURING 10-10-10 (2) =

      (Adnkronos) - Nel 2008, anno critico per vari settori produttivi
a causa della crisi economica, l'andamento dei flussi turistici nelle
localita' Bandiera arancione risulta positivo (+5,1% arrivi, +3,1%
presenze) e in controtendenza rispetto alle percentuali negative a
livello Italia (-0,6% arrivi, -0,8% presenze). Si stima che, anche per
il 2009, i flussi turistici nei Comuni certificati abbiano mantenuto
un trend positivo (+7,6% per gli arrivi, +9,9% per le presenze), a
fronte di variazioni ancora negative sulla restante parte del
territorio nazionale.

      Riconosciuta come unica esperienza italiana di successo nel
campo del turismo sostenibile dall'Organizzazione Mondiale del Turismo
(2001), miglior piano di promozione territoriale (2002), premiata
dall'associazione Skal International (2008) e patrocinata dall'Enit,
la Bandiera arancione e' il marchio di qualita' turistico - ambientale
che TCI assegna alle localita' che soddisfano oltre 250 rigorosi
criteri di valutazione e che sono in linea con gli standard
qualitativi previsti dal Modello di Analisi Territoriale di Touring.
Ad oggi, su 1942 candidature, solamente il 9% ha ottenuto il
riconoscimento: 174 luoghi che oggi, grazie a Touring, fanno parte di
una rete territoriale che permette di godere di occasioni di
visibilita' nazionale altrimenti non raggiungibili.

      Quest'anno, afferma Franco Iseppi, il presidente del Touring
Club Italiano, ''abbiamo scelto di celebrare il Touring privilegiando
i piccoli comuni delle Bandiere arancioni piuttosto che le grandi
citta'. E' stata una scelta precisa e voluta perche' vogliamo proporre
un nuovo rapporto con il territorio, frutto del fatto che il singolo
territorio esprime identita' forti che incidono sul modo di viaggiare
e di fare turismo o, meglio ancora, turismi''. (segue)

      (Sec/Col/Adnkronos)
07-OTT-10 12:38

NNNN
ZCZC
ADN0354 5 ECO 0 ADN ETU NAZ

      TURISMO: TCI PRESENTA LA GIORNATA TOURING 10-10-10 (3) =

      (Adnkronos) - Le Bandiere arancioni, continua Iseppi, ''sono
espressione emblematica del loro territorio di appartenenza e sono
anche l'esempio concreto e reale di come si puo' operare in rete, al
di la' delle abituali divisioni geografiche''. La partecipazione del
Cobat all'iniziativa Bandiere arancioni, sottolinea Michele Zilla,
direttore generale Cobat, ''ha rappresentato per il Consorzio un
accostamento diretto con la Pubblica Amministrazione e i cittadini,
infatti, grazie alla collaborazione con il Tci il Cobat, arrivando
fino ai piccoli comuni dell'entroterra, ha reso sempre piu' capillare
il servizio di raccolta dei rifiuti di pile e accumulatori, garantendo
cosi gli standard ambientali richiesti ai Comuni Bandiera arancione''.

      Siamo qui a Roma, conclude il presidente del Tci, ''per sancire
l'appartenenza di questa rete, dei singoli Paesi, a una comunita'
nazionale che da' senso alle singole specificita' territoriali
valorizzandole e dando loro la dignita' che meritano. L'appartenenza
ad un'entita' nazionale che riassume in un unicum le singole
differenze assume oggi, alle soglie delle celebrazioni dei 150 anni
dell'Unita' di Italia, un valore ancora maggiore e altamente
simbolico. Siamo un'Italia diversa ma unita e vogliamo valorizzare al
meglio le singole specificita' senza mai perdere l'idea di unita'''.

      (Sec/Col/Adnkronos)
07-OTT-10 12:41

NNNN