FAO: I BIG DEL MONDO A ROMA, BASTA PAROLE SERVONO FATTI

martedì 3 giugno 2008


 

Prima giornata del vertice della Fao sull'emergenza alimentare,

che si concludera' giovedi'. Il presidente della repubblica

Giorgio Napolitano ha sottolineato che non si puo' fare

affidamento solo sulle ''virtu' riequilibratrici del mercato''.

Per il direttore generale della Fao Jacques Diouf ''non e' piu'

il momento delle parole''. Concetto ribadito anche dal premier

Silvio Berlusconi che propone all'Ue di togliere gli aiuti

umanitari dai conteggi degli impegni di bilancio che ogni Stato

assume con l'Unione. Nel suo messaggio il papa ha affermato che

''la grande sfida di oggi e' quella di globalizzare non solo gli

interessi economici e commerciali, ma anche le attese della

solidarieta'''.

---.

FAO: AHMADINEJAD, DANNI DEL SIONISMO PESANO SU EUROPA

Nel suo intervento al vertice della Fao a Roma, il presidente

iraniano Mahmud Ahmadinejad ha criticato gli organismi

decisionali dell'Onu, controllati da Paesi che ''pensano solo ai

loro interessi''. Per Ahmadinejad nel campo dell'energia sono

evidenti irresponsabili interferenze. Il presidente iraniano ha

denunciato l'esistenza di una ''coalizione contro lo sviluppo

della produzione e del ricorso all'energia nucleare''. Proteste

a piazza di Spagna e questa sera in Campidoglio contro la

presenza a Roma del presidente iraniano.