FAO: vertice

martedì 3 giugno 2008


FAO: PAPA, FAME INACCETTABILE IN MONDO CHE HA RISORSE

''La fame e la malnutrizione sono inaccettabili in un mondo che

dispone di livelli di produzione, di risorse e di conoscenze

sufficienti per mettere fine a tali drammi e alle loro

conseguenze''. Lo afferma il Papa nel messaggio al vertice Fao

sull'emergenza alimentare letto dal segretario di Stato,

cardinale Tarcisio Bertone. ''La grande sfida di oggi Š quella

di globalizzare non solo gli interessi economici e commerciali,

ma anche le attese della solidariet…'', aggiunge Benedetto XVI.

---.

FAO: BERLUSCONI, TEMPO DI AZIONE, NON DI PAROLE

''E' tempo delle azioni, non delle parole''. Lo ha detto Silvio

Berlusconi nel suo intervento al summit della Fao a Roma. Il

premier propone, come impegno per la futura presidenza italiana

dell'Ue, di togliere gli aiuti umanitari dai conteggi degli

impegni di bilancio che ogni Stato assume con l'Unione.

''Bisogna mettere a disposizione risorse concrete per una comune

azione che ha come base la disponibilit… economica da parte di

tutti i Paesi'', ha sottolineato Berlusconi, che conduce i

lavori.

---.

FAO: AHMADINEJAD, DANNI SIONISMO PESANO SU EUROPA

''I popoli europei hanno subito i maggiori danni dai sionisti e

oggi le spese di questo regime falsificato sono sulle spalle

dell'Europa''. Lo ha detto il presidente iraniano Mahmud

Ahmadinejad, al suo arrivo a Roma per il vertice Fao.

Interrogato sulle sue frasi anti-israeliane di ieri, Ahmadinejad

ha risposto: ''Non credo che le mie dichiarazioni creino

problemi; ai popoli piacciono le mie parole, perch‚ i popoli poi

si salveranno dalla imposizione dei sionisti''. ''Voglio tanto

bene al popolo italiano, che Š tanto ricco di civilt… e di

storia, i nostri due popoli hanno molte comunanze storiche'', ha

aggiunto.