SIRIA: CARDINALE SEPE E CALDORO ADERISCONO A INIZIATIVA TEATRO SAN CARLO

sabato 7 settembre 2013



ZCZC
ADN0532 5 CRO 0 ADN CRO RCA

 

Napoli, 7 set. - (Adnkronos) - Dopo l'arcivescovo di Napoli,
cardinale Crescenzio Sepe, anche il presidente della Regione Campania
e consigliere del cda del Teatro San Carlo Stefano Caldoro, pur non
potendo essere presente la sera dell'evento, ha voluto esprimere il
suo apprezzamento all'iniziativa 'un gesto di musica per la pace', con
cui il Teatro di San Carlo accoglie l'appello di Papa Francesco per la
pace in Siria, condividendone appieno lo spirito. Una preghiera laica,
che parla con le note di Schubert, Haydn e Mozart, quella con cui il
Massimo napoletano da' voce all'appello del Pontefice.

Domani alle 20, prima del concerto, il cardinale Sepe sara',
insieme alla sovrintendente del San Carlo Rosanna Purchia, sul palco
del massimo napoletano a sostenere la preghiera e il digiuno 'in
musica' del San Carlo, il primo teatro ad aderire all'appello di Papa
Francesco. Prima dell'inizio del concerto un'allieva del coro di voci
bianche del San Carlo, Sara Aluthdurage, leggera' il discorso del Papa
e la sovrintendente Purchia illustrera' i contenuti dell'adesione del
teatro all'appello di pace in Siria. Alla fine le parole del cardinale
Sepe introdurranno alla parte 'sinfonica' di questo speciale 'gesto di
pace in musica'.

In linea con la preghiera anche il 'digiuno' laico del San
Carlo, che in collaborazione con la Caritas ha attivato l'iniziativa
'Aggiungi un pasto a tavola', donazione libera "per un pasto donato a
chi il digiuno e' costretto a farlo ogni giorno in strada". La sera
del concerto sara' predisposto un banchetto di raccolta fondi della
Caritas, sede Santa Brigida.

(Zca/Zn/Adnkronos)
07-SET-13 15:49

NNNN