Europa-Regioni:Abruzzo,Ue pronta ad aiutare in cammino Mrai

lunedì 2 febbraio 2015



ZCZC3922/SX4
OBX56190_SX4_QBXI
R REG S04 QBXI

Governatore D'Alfonso a Bruxelles incontra commissario Cretu
(ANSA) - BRUXELLES, 2 FEB - Macroregione adriatico ionica e
Programma operativo regionale per il periodo 2014-2020 sono
stati i temi principali al centro dell'incontro tra il
commissario Ue agli Affari regionali Corina Cretu ed il
presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso.
"Siamo molto soddisfatti poichè abbiamo trovato il
commissario fortemente determinata ad aiutare il cammino della
Regione Abruzzo e delle Regioni aderenti alla strategia della
Macroregione adriatico ionica", spiega il governatore alla sua
uscita.
"Siamo stati anche sollecitati a perfezionare il documento di
programmazione del Por - evidenzia D'Alfonso - ad allineare gli
elementi strategici e a rendere misurabile l'effettivo
raggiungimento di quei risultati".
Tra l'altro, "abbiamo trovato la commissaria interessata e
disponibile ad una giornata da fare in Abruzzo sulla convergenza
dei territori aderenti all'Euroregione adriatica - aggiunge il
presidente -. Ed ho sollevato il tema di un sostegno per la
revisione della dotazione infrastrutturale per la coesione e la
competitività dell'euroregione adriatica, perchè si tratta anche
di misurare quali sono gli investimenti che noi metteremo in
campo, per far sì che funzioni questo nuovo spazio della relatà
europea".
E anche se non ci sono fondi aggiuntivi della Commissione Ue
per la macroregione, D'Alfonso sottolinea l'importanza "di fare
in modo che l'adesione" all'iniziativa "sia la più convinta
possibile, e anche per quanto riguarda il contenuto dei Por, che
sia un contenuto funzionante e funzionale alla vita
dell'Euroregione adriatica. Ci deve essere cioè
un'armonizzazione ed un allineamento tra le ambizioni della
strategia e le ambizioni dei Por".
Di grande interesse anche le sinergie che potranno essere
messe in campo col piano di investimenti da 315 miliardi di euro
annunciati dal presidente dell'esecutivo europeo Jean Claude
Juncker. "Ad esempio - evidenzia il presidente - c'è una
grandissima attenzione, e la voglia di incoraggiare
ulteriormente la riuscita dell'agenda digitale".
Per quanto riguarda l'ok di Bruxelles al Fondo europeo di
sviluppo regionale del Programma operativo (Por-Fesr) per il
periodo 2014-2020, c'è ancora qualche mese di attesa: "Riusciamo
a determinare le contrudeduzioni di nostro interesse entro
febbraio, e poi di lì a sessanta giorni", conclude il presidente
della Regione Abruzzo. (ANSA).

AN
02-FEB-15 15:25 NNN