Conti pubblici: lettera Ue, progressi insufficienti su debito 2018

mercoledì 29 maggio 2019




ZCZC
AGI0411 3 EST 0 R01 /


(AGI) - Roma, 29 mag. - "Sulla base dei dati notificati per il
2018, e' confermato che l'Italia non ha fatto progressi
sufficienti per rispettare il criterio del debito nel 2018". E'
quanto si legge nella lettera inviata dal vicepresidente della
Commissione, Valdis Dombrovskis, e dal commissario
all'Economia, Pierre Moscovici, al ministro dell'Economia,
Giovanni Tria.       Secondo la lettera, che l'AGI ha potuto
visionare, Dombrovskis e Moscovici confermano l'intenzione di
preparare un rapporto sul debito in virtu' dell'articolo 126.3
del trattato, che costituirebbe il primo passo di una procedura
per deficit eccessivo. Sul rapporto il Comitato Economico e
Finanziario (dove sono rappresentati i governi) "dovra' dare la
sua opinione", si legge nel testo. Con la lettera Dombrovskis e
Moscovici chiedono all'Italia di presentare i "fattori
rilevanti" che giustificherebbero la violazione delle regole e
di ricevere una risposta "entro il 31 maggio 2019". (AGI)
Mot
291433 MAG 19

NNNN