Immigrazione: Toti, l'Italia ha dovere difendere cittadini

giovedì 18 giugno 2015



ZCZC1784/SXA
XCI65041_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB


(ANSA) - ROMA, 18 GIU - "L'arrivo di 100 mila persone l'anno
a me sembra una discreta invasione, devo essere sincero, non mi
sembra di esagerare". Così il neogovernatore della Liguria
Giovanni Toti, al termine della Conferenza delle Regioni. "Tra
questi - ha aggiunto - vi sono una parte profughi che hanno
diritto di asilo ma la maggior parte sono clandestini economici,
sono disperati, ed è giusto in qualche modo alleviare le
sofferenze di queste persone ma è anche giusto non consentire
che l'Italia diventi un grande campo profughi dell'Europa.
L'Europa non pare intenzionata ad assumersi le proprie
responsabilità". "Lo ripeto - ha concluso Toti - se non
interveniamo laddove c'è il problema, sulle coste della Libia,
non risolveremo. Se lo fa l'Europa ne sarò lieto, se lo farà
l'Onu ne sarò ancora più lieto ma se non lo fa nessuno l'Italia
ha comunque il dovere di difendere i propri cittadini".(ANSA).

VR
18-GIU-15 16:12 NNN