+T -T


PREZZI: PROTESTA ALLEVATORI, BLOCCATA CENTRALE LATTE TORINO

venerdì 1 febbraio 2008


ZCZC0100/SXR
YTO09551
R CRO S0A S41 S04 QBKT
PREZZI: PROTESTA ALLEVATORI, BLOCCATA CENTRALE LATTE TORINO

   (ANSA) - TORINO, 1 FEB - Circa 500 produttori di latte del
torinese hanno bloccato dalle 4 di stamani l' ingresso della
Centrale del latte di Torino, in via Filadelfia, partecipando a
una manifestazione organizzata dalla Coldiretti.
   Il presidio e' stato organizzato per protestare contro la
rottura delle trattative con gli industriali per fissare il
prezzo del latte alla stalla. I manifestanti hanno piazzato una
ventina di trattori davanti ai cancelli della Centrale.
   ''Riteniamo sia una presa in giro che gli industriali 
paghino il latte ai produttori - dice il presidente della
Coldiretti di Torino, Riccardo Chiabrando - solo 0,37 centesimi
al litro, quando in Lombardia lo pagano 0,42 e in Puglia 0,46.
Qui in Piemonte c' e' il prezzo alla stalla piu' basso d'
Italia, forse d' Europa, a fronte di un latte di altissima
qualita'. Eppure al consumatore viene venduto a 1,60 euro al
litro, i cittadini devono saperlo, forse c' e' qualcosa che
nella filiera dal produttore al negozio non funziona. Se la
trattativa non si sblocchera' proseguiremo la mobilitazione''.
   Della stessa opinione il direttore dell' Associazione
produttori di latte del Piemonte, Roberto Arru: ''Contestiamo il
fatto - dice - che a noi gli industriali paghino il latte a
prezzi di saldo e che invece al dettaglio venga venduto al
prezzo dei concorrenti altre regioni italiane''.
  In Piemonte vi sono 2.500 aziende agricole che producono circa
9 milioni di quintali di latte all' anno. (ANSA).

     GE
01-FEB-08 09:59 NNN
ZCZC0121/SXR
WNS50116
R CRO S41 S04 QBKT
PREZZI: PROTESTA ALLEVATORI, BLOCCATA CENTRALE LATTE TORINO (2)

   (ANSA) - TORINO, 1 FEB - La Coldiretti ha chiesto questa
mattina un incontro urgente con la presidente della Regione
Piemonte, Mercedes Bresso, per ''illustrarle, nel dettaglio, il
disagio in cui stanno vivendo migliaia di aziende zootecniche
piemontesi''.
   Quella in atto, secondo la Coldiretti ''e' una vera e propria
speculazione alle spalle dei produttori e dei consumatori, che
non puo' piu' essere tollerata''.  (ANSA).

     BEC
01-FEB-08 10:23 NNN