+T -T


Tributi rifiuti: Emilia Romagna su sentenza Consulta

giovedì 28 luglio 2005

Tributi rifiuti: Emilia-Romagna su sentenza Consulta

"E' con soddisfazione - afferma l'assessore dell'Emilia-Romagna all'Ambiente e sviluppo sostenibile Lino Zanichelli - che apprendiamo l'esito del giudizio innanzi la Corte costituzionale sulla legge regionale n. 7 del 2004. Ricordiamo che lo Stato aveva impugnato la legge con riferimento alla possibilità per la Regione di normare il metodo tariffario del servizio idrico integrato e di gestione dei rifiuti urbani. Con la sentenza depositata, la Corte, dichiarando il ricorso dello Stato inammissibile, ha confermato la potestà della Regione a regolare il sistema tariffario di questi importanti servizi ambientali, consentendo di tener conto sia delle specifiche esigenze dei territori in relazione alle strategie regionali in materia di qualità, risparmio e conservazione delle risorse nonché della tutela delle fasce sociali più deboli. Attraverso lo strumento tariffario quindi - conclude Zanichelli - la Regione può compiere un altro significativo passo verso un più efficace sistema di regolazione dei servizi pubblici".
Con la stessa sentenza la Corte si è altresì pronunciata sulla disposizione della legge che prevedeva la definizione del metodo per la quantificazione del tributo in discarica con deliberazione della Giunta regionale dichiarandone l'incostituzionalità, in quanto è precluso alle Regioni legiferare in materia di tributi. Al riguardo l'assessore dichiara: "Prendiamo atto del giudizio di illegittimità espresso dalla Corte e troveremo le forme per rispettarne a pieno le indicazioni. Tengo a precisare che l'intenzione del legislatore regionale non era quella di disciplinare il tributo, bensì di introdurre una misura di semplificazione prevedendo che al compito affidatoci dallo Stato si provvedesse con uno strumento amministrativo anziché con legge, data l'esigenza di intervenire con cadenza annuale e con atti dai contenuti puntuali".

Consulta su tributi rifiuti

(red)

 

 

N. 569 - 28 Luglio 2005