+T -T


Energia: manca politica

mercoledì 25 gennaio 2006

Energia: manca politica

(regioni.it) Fuga in avanti Governo sulla politica energetica. Vanno promosse azioni istituzionali sul decreto legge che riguarda l'emergenza-gas. E’ opportuno convocare, in seduta congiunta, le Commissioni ambiente ed energia.
Il coordinatore Commissione Ambiente Diego Tommasi, assessore della Regione Calabria, sostiene "L'impreparazione con cui viene affrontata una situazione cosi'ampiamente prevedibile - ha dichiarato Tommasi - dimostra che manca una politica energetica nel nostro Paese". Gli assessori regionali all'ambiente sono fortemente preoccupati della possibile decisione di tornare all'uso degli oli combustibili per produrre energia elettrica e per alimentare le fabbriche.

"Un'assurdita' per la salute della gente, dopo che il 'Sistema Italia' ha molto investito nella riconversione a metano. Cosi'- ha continuato Tommasi - aumentera' la produzione delle micidiali polveri sottili e nelle citta' del centro-nord Italia non mancheranno ripercussioni per i blocchi del traffico e l'incremento delle malattie respiratorie. Non vogliamo che lacrisi energetica, di cui da tempo il Governo era a conoscenza per l'instabilita' delle forniture dalla Russia, fosse una escamotage per tornare indietro nell'uso delle fonti dienergia. Incentiviamo, invece, chi risparmia metano – ha dichiarato ancora l'assessore Tommasi, coordinatore della Commissione 'ambiente e protezione civile' delle Regioni - siacon sgravi fiscali sulle bollette a famiglie, imprese e pubbliche amministrazioni, che con finanziamenti per gli investimenti nelle fonti rinnovabili: dalle biomasse all'uso della canapa, dall'eolico al solare alla bioedilizia". Anche questa volta ilGoverno "ha fatto una fuga in avanti nei rapporti con le Regioni che non sono state coinvolte, nonostante esse siano impegnate in piani di intervento per ridurre i consumi energetici e le emissioni inquinanti in atmosfera".   

Per discutere sul tema della lotta all'inquinamento atmosferico, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni (che si è detto contrario all’utilizzo dell’olio combustibile: Formigoni: ''no'' olio combustibile in centrali ) e l'assessore alla Qualita' dell'Ambiente, Domenico Zambetti, incontrano gli Enti locali, al Palazzo della Regione. Seguira' analogo incontro con le categorie economiche e sociali.

 (red/25.01.06)

 

N. 659 - 25 Gennaio 2006