+T -T


IN G.U. IL DECRETO SUL DIRITTO DI SEGUITO

martedì 28 marzo 2006

IN G.U. IL DECRETO SUL DIRITTO DI SEGUITO

Gli autori delle opere d'arte e di manoscritti hanno diritto ad un compenso sul prezzo

di ogni vendita successiva alla prima cessione delle opere stesse da parte dell'autore.

Tale diritto dura per tutta la vita dell'autore e per settant'anni dopo la sua morte. Lo

prevede il decreto legislativo 13 febbraio 2006, n. 118 recante "Attuazione della

direttiva 2001/84/CE, relativa al diritto dell'autore di un'opera d'arte sulle successive

vendite dell'originale". Il provvedimento, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 71 del

25 marzo scorso, attua la direttiva 2001/84 in materia di "diritto di seguito", ovvero del

diritto di un autore di opera d'arte figurativa, compresi i manoscritti, a percepire un

compenso sulle vendite successive alla prima cessione dell'opera, fruendo così del

relativo plusvalore, per la necessaria omogeneizzazione della disciplina riservata a

tale diritto nei singoli Stati. Il "diritto di seguito" viene, infatti, riconosciuto a tutti i

cittadini dei Paesi membri della UE, nonché agli extracomunitari a condizione di

reciprocità. Il decreto, in vigore dal 9 aprile 2006, riconosce alla Società Italiana

Autori ed Editori il diritto di richiedere al professionista intervenuto nella vendita, e

per un periodo di tre anni successivo alla vendita stessa, tutte le informazioni

necessarie ad assicurare il pagamento dei compensi, compresa l'esibizione della

documentazione relativa.

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/diritto_autore_vendite/index.html