+T -T


Ottobre Piovono Libri

martedì 25 settembre 2007

Ottobre Piovono Libri

(regioni.it)  ''Avere un  libro in tasca e' come avere un giardino'', dichiara il ministro Francesco Rutellicitando un detto arabo per presentare  l'iniziativa Ottobre Piovono Libri, che promuove, in collaborazione con Regioni, Province, Comuni e istituzioni pubbliche e private nazionali e locali, una serie di incontri, reading, convegni, mostre, spettacoli per la diffusione della lettura e del libro sparsi per tutta Italia, piu' che raddoppiati rispetto al 2006.

A Torino, in apertura di tutta la manifestazione, si sta preparando Portici di carta, che costruisce sotto i portici uno scaffale pieno di libri lungo oltre due km, che forse entrera' nel Guinness dei primati.

Da un questionario inviato al termine della campagna del 2006 a tutti i soggetti organizzatori delle iniziative e' emerso che Ottobre, piovono libri ha raggiunto due obiettivi: Mobilitare le energie culturali e organizzative nel Centro e soprattutto nel Sud d'Italia, dove piu' dei due terzi degli eventi non si sarebbero svolti senza la realizzazione dell'iniziativa;  e interessare le fasce d'eta' piu' giovani (il 52% degli eventi ha riguardato bambini, ragazzi in eta' scolare e universitaria).

Per l'assessore regionale alla Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, Antonio Autilio che, in qualita' di coordinatore della Commissione Beni e Attivita' Culturali della Conferenza delle Regioni, ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione dell'evento.

''L'iniziativa - ha sostenuto Autilio - intende stimolare un percorso di conoscenza intorno al mondo del libro e fare in modo che il libro, pur avvalendosi di nuove tecnologie, permanga e si rafforzi quale strumento interattivo per eccellenza, dell'intelligenza e del pensiero, in particolare tra le giovani generazioni. La manifestazione e' anche l'occasione per riflettere su una delle contraddizioni che riguarda la nostra realta' culturale, dove nonostante un buon numero di editori e di pubblicazioni, il numero delle librerie e' tra i piu' bassi d'Italia come il numero degli acquisti dei libri''.

Autilio ha infine sottolineato che ''se dunque ancora una volta, ottobre e' un mese da leggere, un mese per leggere, un mese per prendere e per passare il vizio della lettura, in lungo e in largo per l'Italia, per noi - ha concluso l'assessore - e' un'opportunita' per affrontare una serie di problemi e ostacoli che impediscono la diffusione della lettura''.

http://www.ilpianetalibro.it/genera.jsp

(red/25.09.07)

N. 1001 - 25 Settembre 2007