+T -T

[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
ASS. IVA BERASI :"L’AFRICA È LA MADRE DEL MONDO E SARÀ DALLE DONNE AFRICANE CHE PARTIRÀ IL RISCATTO DI QUELLA TERRA”

venerdì 26 ottobre 2007

Trento, 25 ottobre 2007

 

Lo ha detto l’assessore Iva Berasi, presentando stamani a Tuenno una settimana di incontri ed eventi (dal 5 al 10 novembre 2007) dedicati al Continente Nero

“L’AFRICA È LA MADRE DEL MONDO E SARÀ DALLE DONNE

AFRICANE CHE PARTIRÀ IL RISCATTO DI QUELLA TERRA”

 

(m.n.) – Nel giro immaginario attorno al mondo che da qualche anno sta compiendo la comunità di Tuenno e della Val di Non più in generale, grazie a una serie di eventi che hanno richiamato anno dopo anno centinaia e centinaia di giovani e meno giovani a confrontarsi con i problemi del Medio Oriente nel 2003, dell’Europa allargata a 25 Nazioni nel 2004, della Cina nel 2005 e dell’America Latina nel 2006, quest’anno tocca all’Africa. E infatti stamani, presso la biblioteca comunale di Tuenno, alla presenza dell’assessore provinciale alla solidarietà internazionale Iva Berasi, del sindaco Piero Leonardi, dell’assessore alla cultura e vicesindaco Maria Teresa Giuriato e del bibliotecario Mauro Valentini, è stata presentata alla stampa “Africa, Madre del mondo”, una settimana di incontri e di eventi (dal 5 al 10 novembre 2007) dedicata a un continente tra disperazione, guerre, malattie e tanta voglia di riscatto.

“All’Africa – ha esordito l’assessore Berasi, – la Provincia autonoma di Trento dedica un’attenzione tutta particolare, destinandole il 55% delle risorse finanziarie che il bilancio provinciale mette a disposizione della solidarietà, che vengono utilizzate per il tramite di moltissime associazioni di volontari e di altrettanto numerosi missionarie e missionari che in terra africana svolgono la loro attività pastorale e di riscatto sociale. Il titolo dell’iniziativa promossa dal comune di Tuenno, dal Laboratorio culturale noneso della Valle al Mondo, con il patrocinio della Provincia e della Regione, è quanto mai intrigante, perché il continente nero, anche se qualcuno fa a finta di essersene dimenticato, è veramente la culla dell’umanità. Ed è, anche, una culla al femminile, se la capostipite della nostra specie è quell’antichissima Lucy rinvenuta proprio in terra africana. Bene hanno fatto gli amici di Tuenno a proporre un programma articolato che va dalla storia alla geografia, dalla musica alla gastronomia, dall’arte all’attualità della sfida fra Islam e Cristianesimo, ma soprattutto dedicando una serata a “La donna in Africa”. Perché è proprio sulle donne africane che dobbiamo puntare per far compiere a quel continente quel salto di qualità che consenta alle africane e agli africani di realizzare finalmente un progresso civile, sociale ed economico che faccia giustizia di una terra ricca di risorse, ma da secoli sfruttata in modo indecente e inumano”.

L’assessore Maria Teresa Giuriato e il sindaco Piero Leonardi hanno da parte loro sottolineato quanto sia stato importante, per l’amministrazione comunale di Tuenno, aver còlto e immediatamente percepito l’attenzione di Provincia e Regione per il tema della settimana dedicata all’Africa. “Anche quest’anno la partecipazione, che è gratuita per i giovani fino a 24 anni, sarà possibile pagando un ticket di cinque euro – ha ricordato il bibliotecario Mauro Valentini, – e puntiamo almeno a confermare i 220 iscritti dello scorso anno”.

 

“Africa, Madre del Mondo” è il quinto appuntamento, la quinta “finestra” che il comune di Tuenno apre sul mondo. “perché – ha ricordato stamani in sede di conferenza stampa l’assessore Maria Teresa Giuriato, – la Val di Non non vuole essere solo mele!”.

Questo è il programma della settimana di appuntamenti che, dal 5 al 10 novembre, senza la pretesa di essere esaustivi, consentiranno ai giovani e ai meno giovani di Tenno e della Val di Non di confrontarsi con le tematiche più urgenti e scottanti del Continente Nero.

Lunedì 5 novembre (tutti gli appuntamenti sono alle 20.30, presso il teatro parrocchiale)

INTRODUZIONE ALLA SETTIMANA DI STUDIO a cura di M.eresa Giuriato

“LA MIA AFRICA”, con padre Alex Zanotelli, missionario, e Mario Raffaelli, inviato speciale del governo italiano per la Somalia

Martedì 6 novembre

“LA RISCOPERTA DELL’AFRICA, DALLE ESPLORAZIONI ALLA TRATTA DEGLI SCHIAVI” con il prof. Luca Lo Basso, docente di Storia navale all’Università di Genova.

Mercoledì 7 novembre

“LA SFIDA TRA CRISTIANESIMO E ISLAM”, con Luigi Sandri, giornalista e vaticanista, e Mostafa El Ayoubi, musulmano, giornalista capo-redattore della rivista “Confronti” di Roma.

Giovedì 8 novembre

“LA DONNA IN AFRICA”, con Jean Leonard Touadi, assessore alle politiche giovanili, ai rapporti con le Università e alla sicurezza del comune di Roma; Suor Giovanna Gibboni, missionaria in Zimbawe; Mugera Harriet Kasidi, economista del Kenya; introduce l’assessore alla solidarietà internazionale della Provincia autonoma di Trento Iva Berasi.

Venerdì 9 novembre

“DAL RITO ALL’ARTE. IL PERCORSO DELL’ARTE AFRICANA”, con Vittorio Carini, africanista.

Sabato 10 novembre

“CORALE ALTRETERRE” di Vigo Meano canterà canzoni africane.

Nadia Mondadori presenterà alcuni piatti della cucina dell’Eritrea. Seguirà la consegna dei diplomi di partecipazione.

 

Due sono gli eventi collaterali alla settimana di Tuenno: una esposizione di tessuti in rafia della popolazione Kuba (Kasai, Congo) e una mostra fotografica “W NAIROBI W”, con foto gi Francesco Fantini e the Korogocho’s Children.

La settimana di studio è aperta a tutti. prevista una quota di iscrizione simbolica di € 5,00. L’iscrizione è gratuita per i giovani fino a 24 anni. La partecipazione alle singole serate è libera. L’iscrizione va effettuata presso il Comune di Tuenno (0463 451191) o presso la Biblioteca comunale di Tenno (0463451640) entro venerdì 2 novembre 2007. A tutti gli iscritti verrà rilasciato un diploma di partecipazione.