+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Piemonte]
Piano di promozione 2008 per l’agroalimentare piemontese

martedì 18 dicembre 2007

Torino, 18 dicembre 2007

Piano di promozione 2008 per l’agroalimentare piemontese
Aperto il bando per iniziative del territorio

La Giunta Regionale ha deliberato, nella seduta di ieri, le linee di indirizzo e le priorità per il piano di promozione 2008 dei prodotti agricoli, agroalimentari, zootecnici e biologici del Piemonte, che delineano gli interventi diretti e compartecipati dell’Ente, la partecipazione a fiere, manifestazioni ed eventi di rilievo nazionale e internazionale, oltre ad alcuni progetti speciali e al sostegno di realtà territoriali quali le Enoteche Regionali, i Distretti, le Strade del Vino.
Come ogni anno, si prevede inoltre l’apertura di un bando per iniziative di promozione realizzate da organizzazioni economiche e professionali, associazioni, enti locali e istituzionali, che dà la possibilità di presentare domande di finanziamento con scadenza il 18 febbraio 2008. Complessivamente, saranno circa 10 milioni di euro le risorse finanziarie che la Regione prevede di impegnare nel 2008 per la promozione agricola e agroalimentare.

“Si tratta di risorse considerevoli – afferma l’assessore regionale all’Agricoltura Mino Taricco – la Regione è consapevole dell’importanza strategica del marketing e della promozione del sistema agricolo e agroalimentare, della necessità di rafforzamento delle filiere produttive per metterle in condizioni di affrontare al meglio la competizione ormai globale sui mercati, della centralità strategica  di un’agricoltura sostenibile e attenta alle questioni ambientali. A questi elementi, che riteniamo fondanti, corrispondono le priorità che abbiamo fissato sia per la concessione dei contributi sia per l’intervento diretto nelle iniziative promozionali.”

La deliberazione della Giunta nasce da un documento, che analizza in premessa dati, fenomeni e linee di tendenza del comparto agricolo piemontese e ne evidenzia il valore aggiunto rappresentato dal sistema delle qualità dei prodotti e dei relativi territori, che attivano il fenomeno sempre crescente del turismo rurale ed enogastronomico. Si delineano, su queste basi, le azioni dirette che la Regione intraprenderà nel 2008, la valorizzazione dei prodotti sui mercati italiani ed esteri, con particolare riguardo a settori e filiere in difficoltà o in sofferenza, come quella suinicola, lattiero-casearia, delle carni e vitivinicola per alcune tipologie specifiche.
E’ prevista la partecipazione alle maggiori manifestazioni italiane del settore con il supporto di IMA Piemonte (Istituto Marketing Agrolimentare) -  tra gli altri, Vinitaly di Verona, Cibus di Parma, Mac Fruit di Cesena, Fiera del Levante di Bari, MeaTing di Roma – un programma di iniziative nell’ambito di Salone del Gusto e Terra Madre, di cui la Regione è promotrice insieme a Slow Food; la preparazione e la finalizzazione del progetto “Campus – Salone della Nuova Agricoltura”, un salone sull’agricoltura innovativa,  sostenibile e di qualità, che si svolgerà nella sua prima edizione a Torino nella primavera 2009, in collaborazione con Lingotto Fiere.
Per la promozione all’estero e la partecipazione alle più significative manifestazioni europee, si svilupperà il rapporto con il Ceip (Centro Estero per l’internazionalizzazione del Piemonte), mentre sostegno finanziario verrà dato alle principali fiere e manifestazione su tutto il territorio regionale. Di grande importanza il sostegno dato al sistema delle 12 Enoteche Regionali e 31 Botteghe del Vino, all’attività dei Distretti dei Vini e delle 6 Strade del Vino attualmente riconosciute; i progetti di comunicazione e pubbliche relazioni, di educazione alimentare e di sviluppo delle fattorie didattiche;  di promozione dell’agricoltura biologica e dei prodotti certificati, il potenziamento dei servizi via Internet.

Per quanto riguarda la concessione di contributi per progetti di promozione e valorizzazione promossi da altri soggetti, le priorità riguarderanno i soggetti che in termini di rappresentanza e di dimensione funzionale abbiano un rilievo regionale o equiparabile; i prodotti tutelati da certificazioni e marchi, i progetti coordinati e a sostegno degli accordi di filiera.
Le domande dovranno essere presentate, entro il 18 febbraio 2008, alla Direzione Agricoltura di corso Stati Uniti a Torino. Ulteriori informazioni sul bando, che sarà pubblicato nei prossimi giorni, su: http://www.regione.piemonte.it/agri/index.htm