+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Lombardia]
VESCICOLARE,BRESCIA:VIA LIBERA MOVIMENTAZIONE SUINI

martedì 29 gennaio 2008

VESCICOLARE,BRESCIA:VIA LIBERA MOVIMENTAZIONE SUINI

BECCALOSSI: L'IMPEGNO DELLA REGIONE PRODUCE EFFETTI IMPORTANTI

(Ln - Milano, 28 gen) "Il pressing costante e l'impegno concreto
di Regione Lombardia ha prodotto gli effetti sperati. Oggi,
infatti, abbiamo ottenuto dal ministero della Sanità, la deroga
alla movimentazione degli animali verso i macelli per 552
allevamenti suinicoli della provincia di Brescia".
E' la vicepresidente e assessore regionale all'Agricoltura,
Viviana Beccalossi, a comunicare l'attesa notizia relativa alla
difficile situazione suinicola, susseguente alla decisione
dell'Unione Europea di revocare l'accreditamento, come zona
indenne da vescicolare, della provincia di Brescia.
"Il nostro impegno - continua Viviana Beccalossi - ha prodotto i
primi effetti importanti. Sono già state avviate le procedure
per consentire, previa verifica dei requisiti tecnici, la
movimentazione dei suini verso i macelli. Constatato l'effettivo
possesso di tali requisiti, gli allevatori avranno dunque il via
libera per spostare gli animali".
Rimangono temporaneamente esclusi solo gli allevamenti compresi
nelle "zone di sorveglianza e di protezione".

Intanto Regione Lombardia, anche per risolvere queste
situazioni, prosegue la propria attività di collaborazione e
approfondimento in vista degli incontri che i rappresentanti del
Ministero della Salute, unico soggetto autorizzato a
rappresentarci in sede comunitaria, avranno a Bruxelles per
dirimere la questione.
"Vogliamo essere parte integrante della delegazione italiana -
continua Viviana Beccalossi -. Riteniamo infatti fondamentale
una nostra partecipazione attiva e fattiva per il buon fine di
tutta questa vicenda".
"Abbiamo un obiettivo dichiarato - prosegue Viviana Beccalossi -
 predisporre una documentazione precisa e puntuale da presentare
all'Unione Europea per controdedurre a quanto ci viene eccepito
ed ottenere quindi ciò che più ci interessa, ovvero
l'annullamento della revoca di accreditamento". (Ln)

gal 080128