+T -T

[Comunicato stampa provincia autonoma di Trento]
L'ASSESSORE ROSSI HA INAUGURATO I LAVORI DELLA CONSULTA PROVINCIALE PER LA SALUTE

martedì 6 dicembre 2011

Aldo Degaudenz (AVIS Trentino) eletto presidente; Serena Belli è membro del Consiglio provinciale per la Salute

L'ASSESSORE ROSSI HA INAUGURATO I LAVORI DELLA CONSULTA PROVINCIALE PER LA SALUTE

 

Si è riunita oggi per la prima volta la Consulta provinciale per la Salute, che è composta dai rappresentanti delle associazioni di volontariato che a diverso titolo si occupano anche di salute. Ha introdotto i lavori l'assessore provinciale Ugo Rossi, secondo il quale "se partiamo dal presupposto che al centro delle nostre politiche per la salute e di tutte le scelte operative che ne conseguono ci sono i cittadini, dobbiamo anche dare ai cittadini la possibilità di parlare, di esprimere i propri pareri, di partecipare all'elaborazione di queste politiche e di queste strategie. la Consulta provinciale per la Salute serve proprio a questo".

Nel corso di questa prima riunione, i partecipanti alla Consulta hanno eletto come loro Presidente Aldo Degaudenz, che rappresenta l'AVIS del Trentino, e ha designato la dottoressa Serena Belli, dell'Associazione provinciale amici della nefrologia - APAN, a rappresentare della Consulta nell'ambito del Consiglio provinciale per la Salute.

 

 

 Sono ventisette le associazioni di volontariato che si occupano di salute e che hanno chiesto di far parte della Consulta provinciale per la Salute, voluta dalla legge provinciale n. 23 del 2010 e che oggi s'è riunita per la prima volta per rispondere agli adempimenti iniziali, tra cui l'elezione del proprio presidente – è stato eletto Aldo Degaudenz, dell'AVIS Trentino – e del proprio rappresentante in seno al Consiglio provinciale per la Salute – è risultata eletta Serena Belli, dell'Associazione provinciale amici della nefrologia.

 I lavori dell'assemblea sono stati introdotti dall'assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali Ugo Rossi, che era accompagnato al tavolo dei relatori dalla dott. Livia Ferrario, dirigente generale delle politiche sanitarie e del Servizio Organizzazione e qualità delle attività sanitarie e dalla dottoressa Anna Maria Trenti, responsabile dell'Ufficio per la qualità dei servizi e strutture. "la Consulta provinciale per la Salute – ha ancora detto l'assessore Rossi, che ha portato il saluto anche del dott. Luciano Flor, direttore generale dell'APSS, – serve a creare un luogo in cui le associazioni di volontariato che si occupano a diverso titolo di salute e di sanità possano incontrarsi, scambiarsi idee ed esperienze, possano far convergere proposte e stimoli sulle istituzioni pubbliche preposte. E per far ciò, importante si riveleranno i ruoli del presidente della Consulta, che avrà il compito di mediare tra le diverse esigenze che emergeranno dai membri, e del rappresentante della Consulta in seno al Consiglio provinciale per la Salute, che trasmetterà queste esigenze e le conseguenti istanze là dove vengono elaborate le linee strategiche della politica sanitaria.

 "Oggi siamo in un contesto economico difficile che è sotto gli occhi di tutti e che tocca anche il Trentino: al di là di ogni altra valutazione – ha concluso l'assessore, – è evidente che la crisi ci induce a migliorare ulteriormente i nostri servizi e a ottimizzare i costi per garantirne comunque la qualità. Le scelte politiche della Provincia autonoma di Trento, evidenziate nei contenuti della legge di bilancio, indicano nella razionalizzazione e nella diminuzione della spesa le linee da percorrere, anche se per la sanità e le politiche sociali l'indicazione è stata invece in un leggero aumento, con l'impegno però a fare ancora meglio, razionalizzando le spese. Il lavoro della Consulta e i rapporti con la Provincia saranno improntati alla trasparenza e alla chiarezza: da tutti voi ci aspettiamo un contributo costruttivo di idee a quelle che saranno poi le decisioni prese dalla Giunta provinciale, ma anche a quella delicata fase di controllo del funzionamento delle nostre politiche per la salute nell'ambito dell'Osservatorio provinciale per la Salute col quale la Consulta dialogherà in modo proficuo e continuo".

 Livia Ferrario, per parte sua, ha ulteriormente sottolineato che "stiamo cercando di improntare la programmazione e la spesa avendo come obiettivo centrale il cittadino. Sarà quindi molto utile mettere in comune le vostre esperienze e da esse far partire istanze che renderanno più sicure e valide le scelte che verranno poi adottate".

 Dopo un breve giro di auto-presentazione, i membri della Consulta hanno proceduto all'elezione del presidente nella persona di Aldo Degaudenz, presidente di AVIS Trentino, e del rappresentante della Consulta in seno al Consiglio provinciale per la Salute nella persona della dottoressa Serena Belli, responsabile dell'Associazione provinciale amici della nefrologia - APAN.

 Per chi volesse mettersi in contatto con la Consulta, scriva una mail a "daniela.bonaldi@provincia.tn.it", oppure telefoni allo 0461494080.

 (m.n.)