+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Umbria]
vertenza sangemini: ipotesi di accordo sottoscritta in regione. paparelli “intesa importante per il rilancio dell’azienda”

lunedì 5 novembre 2018

(aun) perugia, 5 nov. 018 – E’ stato sottoscritto questo pomeriggio a Terni, nella sede della Regione Umbria, l’ipotesi di accordo relativo al Gruppo Acque Minerali d’Italia, tra l’azienda, le organizzazioni sindacali, la Rappresentanza sindacale unitaria, Confindustria e Regione Umbria. L’accordo sarà ora sottoposto al vaglio dell’assemblea generale dei lavoratori.

Il vice-presidente della Regione Umbria, con delega allo sviluppo economico, Fabio Paparelli, subito dopo la firma ha voluto esprimere, a nome della Giunta regionale, “soddisfazione per il raggiungimento di una intesa molto importante, che pone le condizioni sia la salvaguardia dei livelli occupazionali, sia per il rilancio di un marchio prestigioso come quello del gruppo Sangemini. Un risultato – ha aggiunto Paparelli – reso possibile dal senso di responsabilità di tutti i soggetti, a partire innanzitutto dai lavoratori ai quali è stato chiesto un importante sacrificio. Così come è stata decisiva la volontà dell’azienda di garantire gli investimenti necessari al piano di rilancio. Devo, dunque, ringraziare per il loro senso di responsabilità i lavoratori, la RSU aziendale, le organizzazioni sindacali, Confindustria e la proprietà dell’azienda per aver consentito il raggiungimento di questo importantissimo obiettivo di tutela di una realtà produttiva di grande rilevanza per il territorio e la sua economia”.

fa

nnn

 

ALLEGATA IPOTESI ACCORDO SOTTOSCRITTO

Bozza-Verbale-CIGS-Regione-05.11.2018.docx