+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Piemonte]
Romanico in Monferrato, un protocollo d’intesa per valorizzare oltre 80 tra chiese, abbazie e pievi in tre province

lunedì 10 dicembre 2018

Tra le prime azioni un nuovo ufficio turistico e la creazione di una Giornata del Romanico: sarà il 14 aprile 2019

Al seguente link è possibile scaricare una selezione di immagini: https://we.tl/t-7HobAADgeC

Torino, 10 dicembre 2018 - Un patrimonio di oltre 80 siti tra abbazie, chiese e pievi diffusi in tre province: il Romanico del Monferrato caratterizza fortemente il patrimonio culturale regionale e rappresenta un elemento da tutelare e valorizzare, che può costituire il punto di partenza per sviluppare un turismo “slow”, all’aria aperta e sostenibile, all’insegna della lentezza e della spiritualità.

Per questo la Regione Piemonte ha promosso un Protocollo d’intesa che dovrà stabilire un piano di azioni per potenziare e incrementare la fruizione di questi beni, a vantaggio dei visitatori quanto dei cittadini. Un documento fortemente condiviso con il territorio: tra i firmatari, infatti, ci sono 99 Comuni dell’area, la Città Metropolitana di Torino, le province di Alessandria e Asti, le Soprintendenze della Città Metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, Asti e Cuneo, il Polo Museale del Piemonte, la Consulta regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e le Atl delle tre province.

Due le azioni già condivise dal Tavolo di coordinamento: la creazione di un nuovo ufficio turistico specializzato ad Albugnano, dedicato ai visitatori e che permetta di riunire anche la promozione enogastronomica, mentre è stata fissata per il 14 aprile 2019 la prima Giornata del Romanico. L’evento, un inedito assoluto in Piemonte, sarà un’occasione privilegiata per promuovere la conoscenza delle chiese romaniche e gli itinerari di visita ad esse collegati.

“Per la prima volta mettiamo a sistema tre territori per sviluppare, sotto il profilo della valorizzazione culturale e turistica, uno dei temi che più caratterizzano il nostro territorio: il Romanico – dichiara Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo - Lo facciamo partendo da un’area, il Monferrato, che in questi anni ha saputo sviluppare una forte identità e un ‘brand’ legato ai temi del turismo lento e dell’outdoor, che ben si sposano con il patrimonio storico e architettonico di grande valore costituito dalle chiede romaniche. L’obiettivo, ora, è lavorare ad azioni concrete e condivise, come ad esempio la Giornata del Romanico che inaugureremo l’anno prossimo”.

L’obiettivo è quindi quello di mettere a sistema tutti gli attori del territorio che, a vario titolo, sono interessati a valorizzare le chiese romaniche e le aree limitrofe, per sviluppare attraverso progetti e iniziative una proposta unica di valorizzazione turistica, che avrà al centro i beni architettonici, oltre ai principali temi del territorio monferrino, dalla cultura all’outdoor, dal turismo religioso all’enogastronomia. Un lavoro avviato negli scorsi mesi e la cui messa a punto puntuale è affidata a un Tavolo di coordinamento che riunisce i rappresentanti degli enti sottoscrittori, oltre che a DMO Piemonte, società in house della Regione per la promozione turistica e agroalimentare del territorio, che ha realizzato una serie di iniziative quali una sezione dedicata al Romanico corredata da una mappa sul sito www.visitpiemonte.com e la creazione di un racconto che unisca cultura, spiritualità e cammini.

Sempre Dmo Piemonte realizzerà inoltre nel 2019 “itinerari tematici” da presentare a tour operator e media in occasione della partecipazione della Regione Piemonte a fiere e roadshow sul mercato nazionale ed estero, lo sviluppo di tour “romanici” in accostamento al patrimonio enogastronomico delle aree interessate, arricchito dalle piccole eccellenze di nicchia, e uno shooting fotografico ad hoc.