+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Basilicata]
Navigator: Regione firma convenzione con Anpal servizi Cupparo: Intesa non risolve tutti i problemi. Condivido la posizione espressa della Conferenza delle Regioni per sollecitare il Governo a procedere rapidamente al potenziamento dei centri per l’impiego

mercoledì 24 luglio 2019

L’assessore alle Attività produttive, Lavoro, Formazione e Sport, Francesco Cupparo, in rappresentanza della Regione Basilicata, ha firmato oggi la convenzione con Anpal Servizi per l’impiego di 31 navigator (19 per i Cpi-Centri per l’Impiego della provincia di Potenza e 12 per i Cpi della provincia di Matera) in attuazione del Piano straordinario di potenziamento dei centri per l’impiego e delle politiche attive del lavoro. In particolare, Anpal Servizi spa collaborerà con la Regione per realizzare le politiche attive del lavoro collegate al Reddito di Cittadinanza, erogando le attività di assistenza tecnica per l’attuazione del Piano regionale.

Al 15 giugno scorso, in totale sono state 15.282 le domande presentate, per ottenere il reddito di cittadinanza, di queste 9.575 sono state accolte, le altre sono state respinte in quanto non in possesso dei requisiti.

Il Piano regionale stabilisce le modalità di intervento con le quali sono svolte le attività di assistenza tecnica e quant’altro utile ad agevolare e rendere efficace l’attuazione del piano. Le attività dei navigator riguardano le azioni di affiancamento e di supporto ai centri per l’impiego nelle diverse fasi previste dal Reddito di Cittadinanza, al fine di garantire uniformità del servizio; attività di affiancamento e di assistenza tecnica ai centri per l’impiego per il supporto personalizzato e individualizzato ai beneficiari del Reddito di cittadinanza garantendo il processo previsto dalla norma; attività a supporto e affiancamento ai centri per l’impiego per il raccordo con il sistema delle imprese; attività di affiancamento e di supporto ai centri per l’impiego finalizzate al raccordo con le strutture di istruzione e formazione per il Patto di formazione; attività di affiancamento e di supporto ai centri per l’impiego nel rapporto con i Comuni per il Patto di inclusione; attività di affiancamento e di supporto ai centri per l’impiego per il rispetto dei Lep. In particolare, il collaboratore di Anpal Servizi Spa, d’intesa con il responsabile dei centri per l’impiego avrà i compiti di affiancare e supportare gli operatori dei centri per l’impiego nella definizione e qualificazione del piano personalizzato previsto dalla norma; svolge una funzione di affiancamento e assistenza tecnica agli operatori dei centri per l’impiego per il supporto dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza, sostenendo il percorso di inclusione socio-lavorativa improntato alla reciproca responsabilità per garantire che il beneficiario porti a termine con successo il programma e raggiunga la propria autonomia; supporta ed affianca gli operatori dei centri per l’impiego nel raccordo con i servizi erogati dai diversi attori del mercato del lavoro a livello locale o regionale in relazione alle esigenze dei beneficiari, valorizzando tutte le opportunità offerte dai servizi nel territorio - a partire dalle esigenze espresse dalle imprese e dalle opportunità offerte dal sistema di istruzione e formazione - per permettere ai beneficiari di individuare e superare gli ostacoli che incontrano nel percorso verso la realizzazione professionale, l’autonomia economica e la piena integrazione sociale nella propria comunità; collabora con gli operatori dei centri per l’impiego al fine di garantire la realizzazione delle diverse fasi del processo di servizio previsto dalla norma e di assicurare i diritti e i doveri dei beneficiari. Anpal Servizi spa produrrà semestralmente alla Regione una relazione sulle attività svolte e sui risultati conseguiti. Dopo la prima relazione, Regione e Anpal potranno procedere a ridefinire le attività sulla base dei dati rilevati e dei risultati ottenuti mentre al fine di verificare e monitorare le attività previste dal Piano regionale è costituita una Cabina di regia composta, per la Regione Basilicata dal dirigente pro tempore dell’Ufficio Politiche del Lavoro e per Anpal Servizi spa dal responsabile regionale.

Per l’assessore Francesco Cupparo “l’arrivo dei navigator non risolve tutte le problematiche che riguardano l’attività degli otto Cpi lucani. Condivido la posizione espressa della Commissione Lavoro e Istruzione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per sollecitare il Governo a tenere fede all’impegno di procedere rapidamente al potenziamento dei centri per l’impiego. Esiste un piano sottoscritto con un’intesa Stato-Regioni con una dotazione finanziaria di 467,2 milioni di euro per il 2019 e 403,1 milioni di euro per il 2020 che prevede l’assunzione di 4 mila unità di personale a tempo indeterminato che dovranno entrare in forma stabile negli organici dei Cpi. Siamo dunque in attesa dei decreti attuativi per l’attribuzione delle risorse finanziarie alle Regioni in base ai criteri previsti dal piano, al fine di poter intervenire in modo strutturale con la massima celerità. Siamo perciò impegnati a monitorare l’attuazione della cosiddetta fase 2 del provvedimento sul reddito di cittadinanza”.

Questa la ripartizione dei 31 navigator: 4 Cpi ValBasento; 5 Cpi Maatera; 3 Cpi Policoro; 2 Ci Lauria; 5 Cpi Melfi; 7 Cpi Potenza; 3 Cpi Senise, 2 Ci Villa d’Agri.