+T -T

[Comunicato stampa Giunta regionale Toscana]
#spiaggepulite, Bugli: "Bilancio positivo, recepito l'impianto della legge regionale"

lunedì 5 agosto 2019

 

FIRENZE - Nel pieno della stagione balneare la Regione Toscana fa il punto su #spiaggepulite e sulla applicazione della legge regionale che vieta l'utilizzo delle stoviglie in plastica mono uso sulle spiagge. A una riunione a cui hanno partecipato i firmatari dell'intesa che ha dato vita alla legge regionale, il bilancio emerso è estremamente positivo: una campagna che ha visto una intera squadra al lavoro, dalla Regione a Anci a tutti i balneari della costa. Buoni sono risultati sia l'informazione sia il coinvolgimento dei cittadini e dei turisti. Positivo quindi il riscontro per la applicazione della legge regionale, che ricordiamo essere la prima in Italia su questa materia e i cui esiti sono oggetto di un forte interesse nazionale.

In particolare, tutti i Comuni hanno già ricevuto il materiale informativo e lo hanno distribuito agli stabilimenti balneari e la quasi totalità dei Comuni ha provveduto a emanare l'ordinanza per il divieto di utilizzo dei prodotti in plastica mono uso sulla spiaggia. Si è sottolineato che lo stesso Ministero per l'Ambiente ha individuato la norma toscana come un esempio virtuoso da seguire per chiarezza e contenuti. Si è precisato, ricordando anche la circolare già emessa da parte della Direzione Ambiente della Regione, che i divieti non riguardano né i prodotti preconfezionati (quali ad esempio gelati, bottiglie o bricchi contenenti acqua o bevande) né le bottiglie di plastica ma piatti, posate, cannucce, contenitori e bicchieri in plastica mono uso. Negli stabilimenti balneari o altri locali sulle spiagge, il loro utilizzo &e grave; consentito fino a esaurimento delle scorte in possesso degli stabilimenti, esclusivamente nelle aree adibite alla somministrazione dei cibi. Al di fuori di queste è già operativo il divieto del loro utilizzo, liberando quindi le nostre coste dal pericolo di inquinamento dovuto all'abbandono della plastica. Una misura che è apprezzata dagli stessi bagnanti che con un piccolo gesto possono contribuire concretamente alla tutela dell'ambiente.

"Questo primo bilancio ci lascia soddisfatti", ha dichiarato l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli. "E' stato recepito l'impianto della legge ma soprattutto è stato capito e condiviso il messaggio culturale che la sostiene. Non ci interessa tanto l'aspetto sanzionatorio, che pure è previsto dalla legge, quanto la partecipazione attiva dei cittadini. Cambiare i propri comportamenti sotto l'ombrellone per contribuire a liberare le spiagge toscane dalla plastica è un grande contributo, e in queste prime settimane di applicazione della nuova norma abbiamo potuto verificare che i toscani e i turisti hanno risposto al nostro appello. Dopo l'estate continueremo il nostro impegno per liberare dalla plastica anche i parchi e i fiumi".

"Sottolineiamo la condivisione dell'impianto della normativa", hanno dichiarato le associazioni dei balneari che hanno aderito al protocollo d'intesa della Regione. "I balneari sono impegnati in prima persona a diffondere il messaggio positivo della campagna regionale contro la plastica mono uso, sensibilizzando in particolare i propri clienti al rispetto della norma".