+T -T

[Comunicato stampa provincia autonoma di Bolzano]
Ricerca e innovazione -Quinto avviso del Programma Operativo 2014-20 per la realizzazione di infrastrutture per la ricerca e joint venture fra imprese e istituti del territorio. Kompatscher: "Sostegno allo sviluppo locale".

martedì 24 settembre 2019

5 milioni di fondi FESR per ricerca e innovazione

 

La Giunta provinciale ha approvato oggi (24 settembre) il quinto avviso da 5 milioni di euro per il finanziamento di iniziative e progetti in ricerca e innovazione nell’ambito del Programma Operativo del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR) 2014-20. Tre milioni sono destinati alla "realizzazione di infrastrutture funzionali allo sviluppo del sistema provinciale della ricerca e dell’innovazione per favorire la nascita di imprese innovative". Attraverso questi programmi sono stati finanziati ad esempio il Mummys Lab di Eurac Research a NOI Techpark per lo studio delle mummie o il progetto DronEx, che finanzia test su droni destinati a volare in condizioni estreme, presentato in questi giorni anche alla fiera "L’Europa sei tu" a Castel Mareccio. Potenziali beneficiari sono istituti scientifici e di ricerca con sede in Alto Adige. Altri 2 milioni sono destinati alla "realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione eseguiti in cooperazione tra una o più imprese e almeno un organismo di ricerca e diffusione della conoscenza della provincia di Bolzano". Potenziali beneficiari sono piccole, medie e grandi imprese con unità produttive in Alto Adige, con il vincolo che l’attività di ricerca venga principalmente svolta in provincia, in joint venture con uno o più istituti di ricerca del territorio.

Come accedere al finanziamento

Per ciascun progetto è richiesto un preventivo minimo di spesa di 400.000 euro e una durata massima di due anni. Le candidature possono essere presentate a partire dalla pubblicazione del bando e fino al 30 gennaio 2020 sul portale Cohemon. Del coordinamento e la valutazione delle candidature si occupano la Ripartizione Europa di concerto con l’Ufficio innovazione e tecnologia della Provincia. La novità di questo quinto bando è che la graduatoria resterà aperta anche dopo l’esaurimento dei finanziamenti europei, fino al 31.12.2021, per consentire l’ulteriore finanziamento di progetti attraverso fondi che si renderanno disponibili in futuro. "Grazie a questi investimenti contribuiamo a sostenere l'innovazione e lo sviluppo sul nostro territorio" ha detto il presidente della Provincia Arno Kompatscher.

(Autore: USP)

Allegati:

Il presidente Kompatscher nel laboratorio delle mummie di Eurac Research a NOI Techpark (foto Eurac Research) (image/jpeg - 1193.55 Kb)