+T -T


UE: FONDI AGRICOLI DESTINATI A LOTTA CONTRO IL FUMO/ANSA

lunedì 4 febbraio 2008


ZCZC0253/SXA
@NS53241
R CRO S0A S04 QBXB
UE: FONDI AGRICOLI DESTINATI A LOTTA CONTRO IL FUMO/ANSA
16.9 MLN PER 2008 E 2009 PRELEVATI DA AIUTI A PRODUTTORI TABACCO
   (ANSA) - BRUXELLES, 4 FEB - L'agricoltura corre in aiuto dei
cittadini europei per la salvaguardia della loro salute.
Bruxelles vuole infatti continuare l'esempio positivo degli anni
passati e propone ai 27 stati membri di prelevare quest'anno
fino a 16,9 milioni di euro, e altrettanti nel 2009, dagli aiuti
che l'Europa versa ai produttori di tabacco per sensibilizzare i
cittadini sugli effetti dannosi del fumo, come con la campagna
''Help', per una vita senza tabacco''. Le due misure potrebbero
apparire in contraddizione tra di loro. Di fatto pero' gli aiuti
Ue ai produttori di tabacco vanno ad un'attivita' che si
concentra in aree poco favorite dove spesso non ci sono
alternative di produzione, mentre permette un elevato utilizzo
di manodopera dando un contributo socio-economico a quelle
comunita'. Inoltre, dalla riforma del 2004 del settore, i 
sussidi europei sono fortemente diminuiti passando da 922
milioni di euro nel 2005 a 321 milioni di euro nel 2007, mentre
l'Europa continua a rifornirsi sempre piu' di tabacco dal resto
del mondo. ''Grazie alla riforma - ha spiegato la commissaria
europea all'agricoltura Mariann Fischer Boel -  i sussidi per il
tabacco verranno eliminati nel 2010. Nel frattempo, tuttavia,
ritengo utile continuare oer alri 2 anni a usare una parte dei
fondi per finanziare azioni di sensibilizzazione sugli effetti
dannosi del fumo''. Soddisfatto Markos Kyprianou, commissario
per la salute, che ha confermato ''di voler continuare nel suo
impegno con la campagna Help''.
      Per il 2008 e il 2009 la richiesta di Bruxelles di
destinare alla campagna anti-fumo il 5% del fondo comunitario
per il tabacco (era il 4% nel 2006), rappresenta un impegno
importante per i produttori europei che dall'entrata in vigore
del riforma, che ha introdotto la possibilita' di slegare
cmpletamente gli aiuti dalla produzione - hanno visto i
finanziamenti Ue ridursi di due terzi. In paesi come il
Portogallo e la Grecia, o in regioni come la Puglia, che hanno
applicato questa misura in anticipo rispetto al 2009, la
produzione di tabacco e' scomparsa completamente. Il ministro
per le politiche agricole, alimentari e forestali Paolo De
Castro con altri otto partner europei hanno chiesto alla
commissaria Fischer Boel di guardare ''alla possibilita' di una
scadenza del disaccoppiamento non nel 2009, ma piu' avanti''. 
Richiesta che al momento non incontra il favore di Bruxelles.
   (ANSA).

     RED-CAM
04-FEB-08 15:11 NNN