Regioni.it

n. 3679 - giovedì 12 settembre 2019

Sommario

+T -T
Autonomia: Patto tra le regioni a statuto speciale

Interventi di Solinas, Fosson e Fugatti

(Regioni.it 3679 - 12/09/2019) Un patto tra le Regioni speciali. E’ quanto propongono nel documento "insieme per rilancio" i presidenti delle regioni Sardegna (Christian Solinas), Sicilia (Nello Musumeci), Valle d'Aosta (Antonio Fosson), e della Provincia autonoma di Trento (Maurizio Fugatti). E in una prossima riunione si attende anche la firma dei presidenti Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia) e Arno Kompatscher (Provincia di Bolzano).
Quindi le Regioni a Statuto speciale e le Province autonome intendono stringere un patto per riaffermare le ragioni dell'importanza della specialità e condividere una piattaforma comune nel confronto con lo Stato.
Si ribadisce "l'attualità e le ragioni storiche, politiche, culturali, socio-economiche e geografiche che hanno portato al riconoscimento e continuano a legittimare pienamente la specialità della loro autonomia”.
Inoltre è stato anche annunciato di organizzare, dopo 13 anni (l'ultima fu ad Aosta nel 2006), la terza Conferenza delle Regioni a Statuto Speciale, che si svolgerà a Palermo a novembre.
"Ci preoccupa un rigurgito di neocentralismo che rischia di prevaricare le prerogative delle autonomie - spiega il presidente della Sardegna Solinas - Un tentativo di perimetrare in maniera sempre più stretta le competenze primarie con l'obiettivo di omogenizzare le nostre realtà. Serve un impegno forte ed unitario per rivendicare il pieno riconoscimento dell'integrale autonomia organizzativa e statutaria di Regioni e Province autonome".
Solinas quindi aggiunge che “nello specifico dei rapporti della Sardegna con lo Stato, è intendimento della Giunta regionale tutelare le ragioni e i diritti dei sardi in tutte le opportune sedi – evidenzia Solinas - Per noi, sarà decisivo che la contrattazione sia orientata non solo verso Roma, ma anche con Bruxelles, perché l'Unione europea può fare molto per contribuire a colmare alcuni svantaggi strutturali dell'Isola”.
Il Presidente della Regione Valle d’Aosta Antonio Fosson ha partecipato ai lavori del coordinamento delle Regioni a Statuto speciale e delle Province autonome, invitate dal Presidente della Sardegna, Christian Solinas.
È stata l’occasione, per i rappresentanti delle specialità, di dare un nuovo impulso ad un processo di dialogo e di confronto sulle rispettive esigenze, in grado di sfociare in azioni comuni o coordinate verso lo Stato. Si tratta di un percorso che vuole ribadire attualità e forza delle autonomie speciali, e che vuole anche sottolineare l’importanza dell’autonomia in generale come la forma migliore per assicurare sviluppo e stabilità l’Italia.
Soddisfatto il presidente della Valle d’Aosta Antonio Fosson, che ha parlato , tra l’altro, della necessità che le Regioni a statuto speciale e le province autonome possano sempre confrontarsi in termini bilaterali con lo Stato, visto che ciascuna autonomia speciale è speciale anche rispetto alle altre.
“Molto lavoro ci aspetta - afferma Fosson. - Un lavoro in continuità anche con la Dichiarazione di AOSTA del 2006 che, in un rinnovato accordo di collaborazione, deve coinvolgere le nostre Giunte, le nostre Assemblee, i nostri Parlamentari. Ma il momento è delicato, e nelle nostre responsabilità non possiamo esimerci dall’operare con impegno per un nuovo slancio dell’Autonomia, e dell’Autonomia speciale, quale fattore di sviluppo delle nostre realtà e dell’intero Paese”.
Per il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, è stato un momento importante per “ribadire le ragioni e le peculiarità delle autonomie speciali”.
"Dobbiamo tenere sempre alta l’attenzione, - afferma Fugatti - perché sappiamo che le volontà di omologazione e di centralismo ci sono sempre state e possono tornare a farsi sentire, per cui dobbiamo impegnarci per ricordare le motivazioni storiche, linguistiche e sociali che hanno dato vita alle nostre prerogative, motivazioni che sono ancor oggi valide”.





( gs / 12.09.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.187s