Regioni.it

n. 3696 - lunedì 7 ottobre 2019

Sommario

+T -T
Autonomia: incontro Boccia-De Luca

Serve grande contributo di tutte le regioni del Mezzogiorno

(Regioni.it 3696 - 07/10/2019) Piena sintonia tra il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, e il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, sul tema dell'autonomia differenziata, al centro dell'incontro che c'è stato il 4 ottobre.
Per Boccia “c'e bisogno di un grande patto politico nazionale da Nord a Sud dove tutte le aree in ritardo devono essere accompagnate e dove le risorse europee devono essere aggiuntive e non sostitutive. Questo si può fare - afferma Boccia - se c'è condivisione. Posso dire dopo i colloqui con De Luca di oggi che il Sud c'è”.
“Vorrei costruire un meccanismo – spiega Boccia - che da Sud rilanci la sfida e consenta a tutte le aree di essere da esempio. Oggi è solo la prima visita, nei prossimi giorni continuerà il mio giro nelle regioni, perché così intendo il mio ruolo, sul territorio. Con i presidenti di Regione dobbiamo mettere in piedi una sinfonia, priva di solisti”.
Vincenzo De Luca risponde che “ci sono tutte le condizioni per contribuire allo sforzo unitario che chiede Boccia, anche con Veneto e Lombardia alle quali spiegheremo che se ci addentriamo in sconvolgimenti costituzionali perdiamo solo tempo. Se invece ipotizziamo soluzioni amministrative e istituzionali ragionevoli credo che potremo fare un lavoro unitario con le altre regioni per una autonomia differenziata che abbia sullo sfondo una cornice nazionale all'interno della quale ognuno potrà poi operare secondo le proprie esigenze”.
"La svolta radicale che propone il ministro Boccia – rileva De Luca - è che non si ragiona partendo dalla spesa storica ma dalla cornice unitaria, relativa al rapporto Stato-Regioni. Una delle grandi incognite rimaste irrisolte negli anni passati è che senso ha fare accordi separati tra tre regioni se la ricaduta poi è su tutte le regioni e sul sistema delle autonomie”.
"Siamo d'accordo anche sull'intangibilità della scuola pubblica – afferma de Luca - su sanità pubblica e su infrastrutture, e sull'obiettivo di raggiungere il 34% degli investimenti complessivi al Sud. E' un obiettivo di sostanza perso per strada dai tempi di Ciampi e che oggi viene proposto come nuovo obiettivo di questo governo”.
"Penso che il Sud c'è – aggiunge il ministro degli Affari Regionali - la sfida che parte da Sud è una sfida non solo di diritti ma anche di doveri, che significano spesso la dimostrazione di voler accettare la sfida”.
Boccia quindi si aspetta “un grande contributo di tutte le regioni del Mezzogiorno, perché l'autonomia differenziata riguarda tutto il Paese. Se poi accanto all'articolo 116 aggiungiamo anche l'articolo 119, il modello di perequazione esistente, e l'art.3 della Costituzione che prevede l'obbligo per lo Stato di rimuovere ogni ostacolo di natura economica e sociale, questo meccanismo ci farà fare un salto di qualità. Dopo di che - precisa Boccia - tutto passerà dal Parlamento cui toccherà l'ultima parola sia sulla cornice quadro sia sulle intese”.



( gs / 07.10.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.205s