Regioni.it

n. 3706 - lunedì 21 ottobre 2019

Sommario

+T -T
Autonomia: incontro Boccia - Marsilio

In Abruzzo costituita una Commissione specifica

(Regioni.it 3706 - 21/10/2019) Sull’autonomia il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, si è incontrato con il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, sottolineando come “le aree interne sono una priorità assoluta, altrimenti si svuotano. L'Autonomia funziona se nessuno resta indietro. L'idea di questa legge quadro è che dovrà tenere insieme il Paese e dovrà consentire a tutte le aree in ritardo di sviluppo, non solo le regioni in ritardo, ma anche le aree in ritardo all'interno delle regioni, di ottenere priorità rispetto alle aree più sviluppate”. Insomma la 'legge quadro' definirà le regole per le intese con le Regioni in tema di autonomia differenziata.
“Abbiamo costituito una commissione specifica – spiega Marsilio - e delegato un consigliere regionale, Antonietta La Porta, ad affrontare il tema dell'autonomia differenziata nella nostra Assemblea legislativa regionale, tema che non deve diventare tuttavia un argomento ideologico o di fazione politica - rileva Marsilio -. Deve diventare invece un argomento di riflessione e confronto, rispetto al quale dobbiamo capire dove possiamo esercitare meglio le competenze tra Stato e Regioni. Abbiamo colto l'occasione per ricordare al ministro che il percorso di rafforzamento delle autonomie territoriali deve essere fatto in una cornice di unità nazionale e di solidarietà tra le Regioni più forti e quelle più deboli, al fine di garantire la coesione e i diritti di cittadinanza a tutti”.
Marsilio ha consegnato al ministro Boccia un documento relativo alla riforma costituzionale sull'elezione diretta del Capo dello Stato, proposta dalla maggioranza che oggi governa la Regione Abruzzo. “Insieme alla crescita della responsabilità dei territori e del sistema degli enti locali – spiega Marsilio - deve crescere anche il valore dello Stato centrale, in particolare delle istituzioni che lo rappresentano. Pensiamo che l'elezione diretta del Presidente della Repubblica, in uno Stato federale, ad esempio, sia l'antidoto a ogni tentativo di fuga o secessione”.
Boccia evidenzia come “l'Autonomia non la si fa come se fosse uno strumento unico, ma come se fosse un'orchestra", e che "il modello ereditato non era sostenibile, perché era impossibile ipotizzare intese istituzionale tra Regioni e Stato che non passassero dal Parlamento e non facessero riferimento a tutti gli altri articoli della Costituzione", il ministro afferma che "inevitabilmente c'erano degli strumenti neanche presi in considerazione". Boccia conclude ricordando la'importanza dell'articolo 3 della Costituzione, "che impone alla Repubblica di rimuovere ogni ostacolo, soprattutto quelli di ordine sociale ed economico: è da lì che siamo ripartiti”.


[Abruzzo] AUTONOMIA: MARSILIO INCONTRA MINISTRO BOCCIA
 


( red / 21.10.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.187s