Regioni.it

n. 3707 - martedì 22 ottobre 2019

Sommario

+T -T
Consiglio dei Ministri del 21 ottobre esamina alcune leggi regionali

Approvate Disposizioni per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici

(Regioni.it 3707 - 22/10/2019) Il Consiglio dei Ministri del 21 ottobre tra i provvedimenti affrontati le “Disposizioni per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici”.
Il decreto-legge introduce ulteriori interventi urgenti per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici.
Tra le principali disposizioni previste, il testo dispone la proroga fino al 31 dicembre 2020 dello stato d’emergenza dichiarato in conseguenza del sisma che ha colpito i territori delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo.
Inoltre, accogliendo le richieste manifestate dai territori interessati, il decreto prevede:
  • la riduzione del 60% degli importi da restituire in relazione alla c.d. "busta paga pesante”, ovvero il taglio degli oneri fiscali, previdenziali e assistenziali che erano stati sospesi dall’agosto del 2016 a tutto il 2017 e che non dovranno più essere restituiti in misura integrale ma limitata al 40%;
  • per la ricostruzione privata, una procedura accelerata per l’avvio dei lavori basata sulla certificazione redatta dai professionisti. Il controllo non verrà realizzato più a monte sul 100 % dei richiedenti, come avviene oggi, ma solo a campione sul 20 %. Restano fermi i controlli a campione a valle già oggi previsti dalla legge;
  • misure per agevolare l’approvazione dei progetti per la ricostruzione, regolando le modalità e le procedure per la copertura delle anticipazioni ai tecnici e ai professionisti del 50% dei loro onorari alla presentazione del progetto, con la previsione che per tali anticipazioni non possa essere richiesta alcuna garanzia;
  • per la ricostruzione degli edifici pubblici, l’attribuzione della priorità agli edifici scolastici che, se siti nel centro storico, dovranno essere ricostruiti nel luogo nel quale si trovavano, salvo impedimenti oggettivi; in ogni caso, la destinazione d’uso dell’area in cui sorgevano non potrà essere modificata;
  • per favorire lo smaltimento delle macerie, l’obbligo di aggiornamento da parte delle Regioni del piano per la gestione delle macerie e dei rifiuti, da effettuarsi entro il 31 dicembre 2019, al fine di individuare nuovi siti di stoccaggio temporaneo; in caso di inadempienza, l’aggiornamento sarà realizzato dal Commissario straordinario.
Sono previste anche misure anti-spopolamento volte a incentivare gli imprenditori a non abbandonare i territori, come l’estensione al territorio dei Comuni del Cratere della misura prevista a favore dei giovani imprenditori nel Mezzogiorno, denominata “Resto al Sud” e interventi finanziari a favore delle imprese agricole del territorio.
Infine il Consiglio dei Ministri ha esaminato alcune leggi delle Regioni e delle Province autonome e ha quindi deliberato di non impugnare:
  • la legge della Regione Abruzzo n. 25 del 23/08/2019, recante “Modifiche alla legge regionale 29 gennaio 2019, n. 1 (Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio di previsione finanziario 2019/2021 della Regione Abruzzo (Legge di Stabilità regionale 2019)”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 26 del 23/08/2019, recante “Riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive e da altri titoli, in attuazione dell’articolo 73, comma 1, lett. a) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42). Decreto ingiuntivo del Tribunale di Chieti n. 746 del 20.11.2014”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 27 del 23/08/2019, recante “Riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenza esecutiva, in attuazione dell’articolo 73, comma 1, lett. a) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42). Sentenza della Corte di Cassazione civile, sez. III, n. 12991 del 23.06.2016”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 28 del 23/08/2019, recante “Riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive e da altri titoli, in attuazione dell’articolo 73, comma 1, lett. a) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42). Decreto ingiuntivo del Tribunale di Chieti – sez. Ortona – n. 201 del 2017 e sentenza n. 185 del 2018 del Tar Pescara”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 29 del 23/08/2019, recante “Riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive in ottemperanza a quanto previsto dell’art. 73, comma 1, lett. a) del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti locali e loro Organismi, a norma degli artt. 1 e 2 della Legge 5 maggio 2009, n. 42) - Annualità 2016-2019 - Dipartimento Risorse e Organizzazione (D.P.B)”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 30 del 23/08/2019, recante “Finanziamento piattaforma informatica per la distribuzione di flussi giornalistici e di nuove attrezzature tecnologiche per il Servizio Stampa”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 31 del 23/08/2019 “Compartecipazione ai costi derivanti dall’evento “Interamnia World Cup”.04/09/2019”;
  • la legge della Regione Abruzzo n. 32 del 23/08/2019, recante “Norme per il sostegno economico alle micro e piccole imprese commerciali ed artigiane operanti nel territorio della Regione Abruzzo interessato dai cantieri per la realizzazione di opere pubbliche e di opere private relative alla ricostruzione post sisma 2009 e post sisma 2016/2017”.



( gs / 22.10.19 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.187s