+T -T


Autonomia: Cirio, padroni a casa nostra ma con buonsenso

domenica 15 settembre 2019

ZCZC1481/SXA
OTO82945_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB


   (ANSA) - TORINO, 15 SET - "La prima gamba del nuovo governo
del Piemonte è l'autonomia. La seconda è l'Europa". Così il
presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che in una
intervista alle pagine locali del quotidiano La Stampa fa il
punto sui primi cento giorni del suo governo.
   "Quello che accade a Roma ci responsabilizza, ma il programma
non cambia", afferma Cirio, che si definisce un "sovranista con
buon senso". "Il principio di essere padroni a casa nostra, ma
declinato con il buonsenso, lo difendo. Quando abbiamo chiesto
ai piemontesi di pagare le tasse lo hanno sempre fatto - osserva
- ora che hanno bisogno vanno aiutati, non possiamo tirarci
indietro perché loro non lo hanno mai fatto".
   "Noi siamo per l'Italia unita - dice ancora tornando a
parlare dell'autonomia - ma se oggi questa Costituzione permette
al governo giallorosso di governare legittimamente, l'articolo
116 consente al Piemonte di rivendicare le sue aspirazioni e il
30 settembre ne parleremo con il ministro Boccia per recuperare
il tempo perduto nei confronti di Veneto e di Lombardia, ma
anche dell'Emilia".
   Quanto all'Europa, conclude Cirio, "sarà importante per noi
la rimodulazione dei fondi".(ANSA).

     GTT
15-SET-19 13:25 NNN