+T -T


Autonomia:Marsilio, timore risorse c'è se non si fa per bene

mercoledì 13 novembre 2019

ZCZC4439/SXA
ONA88391_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB


   (ANSA) NAPOLI, 13 NOV - Il timore che l'autonomia
differenziata faccia perdere risorse alle Regioni del centrosud
"esiste sempre, perché se le cose vengono fatte male può esserci
questo rischio. Il nostro lavoro è di farle fare bene e di
pretendere il rispetto della cornice unitaria di solidarietà
nazionale". Lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo
Marco Marsilio commentando, a margine di un evento sulla
digitalizzazione nella p.a. a Napoli, l'avvio del confronto
sulla legge quadro per l'autonomia differenziata.
   "Abbiamo istituito una commissione - ha spiegato Marsilio -
che ha il compito anche di affrontare questo tema e ho nominato
una consigliera delegata. La Regione Abruzzo non aveva mai fatto
alcuna richiesta, insieme al Molise era l'unica che fino a oggi
non aveva neanche pensato a questo tema. Ora anche dall'impulso
che nasce dal confronto in Conferenza delle Regioni, nel
rapporto con il governo e con l'iniziativa che ha preso Boccia,
che sembra voler chiudere la partita con le regioni più avanzate
su questo tema entro l'inizio dell'anno, ci sarà un impulso
anche a noi di individuare quali sono e se ci sono le materia su
cui la Regione è in grado di poter offrire servizi, gestendoli
autonomamente meglio di quanto li gestisca oggi lo stato
centrale".
    Marsilio ha sottolineato che "il rispetto dei livelli
essenziali è un obbligo. La Costituzione parla chiaro ed è
chiaro che il processo di autonomia differenziata non può
portare a passi indietro per le Regioni che hanno meno risorse
economiche e capacità produttiva. Su questi paletti si
costruisce il resto del discorso. E' chiaro che il mantenimento
dei servizi minimi e del riconoscimento di pari cittadinanza per
tutti deve essere un quadro unitario in cui l'autonomia a quel
punto diventa un valore aggiunto".

     Y7W-PTR
13-NOV-19 13:39 NNN