+T -T


D'Alfonso, sedi Inps Penne e Sulmona non saranno declassate

lunedì 4 settembre 2017


ZCZC6443/SXR
OAQ16199_SXR_QBXA
R REG S43 QBXA

(ANSA) - PESCARA, 4 SET - Le sedi Inps di Penne (Pescara)
e Sulmona (L'Aquila) "non saranno declassate". Lo ha annunciato
il presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, che nel
pomeriggio, a Roma, ha incontrato il direttore generale dell'
Inps, Gabriella Di Michele, per affrontare le due posizioni dopo
le preoccupazioni sollevate dalle amministrazioni comunali
interessate.
Secondo il dg Di Michele, Penne continuerà a rimanere sede di
'Agenzia territoriale' con sei dipendenti interni con,
contestualmente, il potenziamento dei servizi con l'inserimento
di alcune prestazioni, come l'effettuazione in loco delle visite
delle commissioni mediche per l'invalidità civile. Il Comune di
Penne si è impegnato, però - si legge in una nota della
Presidenza regionale - a concedere in comodato i locali per
ridurre i costi di gestione all'Istituto.
Per quanto riguarda l'Agenzia complessa di Sulmona, la sede
non verrà declassata, ma il presidente Luciano D'Alfonso,
insieme con l'Amministrazione comunale, si è impegnato a
individuare una soluzione per gli oneri della sede, riferisce
ancora la nota.
"È stato un risultato importante - sottolinea D'Alfonso -
abbiamo evitato che due sedi storiche e importanti per il
territorio potessero essere declassate nel nome della spending
review; Penne continuerà a rimanere agenzia territoriale a tutti
gli effetti e i suoi servizi saranno potenziati; a Sulmona
lavoreremo invece per confermare i servizi dell'agenzia
complessa che svolge un ruolo importante per il circondario
peligno". Il direttore generale Di Michele sarà in Abruzzo nelle
prossime settimane per sottoscrivere il protocollo d'intesa con
Regione e Comuni interessati. (ANSA).

GU
04-SET-17 20:22 NNN