+T -T


Assessori si confrontano su canoni concessioni marittime

venerdì 24 marzo 2006

Assessori si confrontano su canoni concessioni marittime

(regioni.it) Il possibile aumento del 300% dei canoni delle concessioni demaniali marittime è stato oggetto delle riflessioni degli assessori Regionali competenti nel corso di una recente riunione a Roma.

I lavori hanno interessato il Sindacato Italiano Balneari (Sib) aderente a Fipe/Confcommercio e alla Fiba/Confesercenti. La proposta che gli assessori dovranno portare all’attenzione della Conferenza , prevede di rinviare la decorrenza di ogni aumento dei canoni fino all'entrata in vigore del provvedimento che li rideterminera' attraverso una concertazione tra Stato, Regioni e Associazioni di categoria.

Secondo gli Assessori l'attuale ordinamento giuridico non permette l'applicazione di aumenti dei canoni demaniali non motivati con esattezza. L’intenzione è quella di proporre un loro adeguamento per il 2006 nella misura del 2,85% rispetto agli importi dell'anno precedente, secondo le indicazioni che il ministero Infrastrutture e Trasporti ha indicato con il decreto di novembre 2005.

Durante questo incontro gli assessori hanno anche istituito un tavolo tecnico con i sindacati per trovare soluzioni alternative per le attività delle imprese balneari, in materia di canoni.

(red/23.03.06)

 

N. 696 - 23 Marzo 2006