MEDITERRANEO: SPANU, SARDEGNA AVAMPOSTO PER COOPERAZIONE TRA UE E SPONDA SUD

lunedì 24 settembre 2018



ZCZC
ADN0294 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RSA



Cagliari, 23 set. (Adnkronos) - "La Sardegna nel quadro dell''Unione
europea deve essere sempre di più un avamposto per le politiche di
cooperazione e i progetti di partenariato con i paesi della sponda Sud
del Mediterraneo. Dobbiamo continuare a creare reti e l''esperienza
molto positiva del programma euromediterraneo Eni Cbc Med 2014-2020,
di cui l''isola è Autorità di Gestione, dimostra che ci sono utili
spazi d''azione per instaurare rapporti proficui in particolare con i
territori a noi più vicini". Lo ha detto l''assessore degli Affari
Generali della Regione Sardegna, Filippo Spanu, delegato per le
politiche dei migranti, oggi nel suo intervento alla tavola rotonda
organizzata dall''associazione Openmed e inserita nella quinta edizione
del festival "Smart cityness" in programma all''Exmà di Cagliari.
Contemporaneamente oggi in città, nel palazzo del Consiglio regionale
si sta tenendo l''Assemblea parlamentare euro-mediterranea (Apem).  
Spanu ha aggiunto che "è necessario avere un atteggiamento aperto
nella costruzione delle relazioni da cui possono scaturire benefici
per tutti. La chiusura è contraria alla nostra storia e in stridente
contrasto con la nostra posizione geografica".
L''esponente della Giunta ha poi ricordato i progetti già avviati dalla
Regione in Africa, in particolare con la Tunisia e il Senegal, e
quello che sta per essere avviato in Uganda.   "Ma sono di vitale
importanza - ha spiegato - anche i rapporti con altre regioni europee
con cui condividiamo la stato di insularità. Per questo la Giunta
guidata da Francesco Pigliaru sta lavorando insieme a Corsica e
Baleari con l''obiettivo di essere più forti nel confronto con i
singoli governi e con l''Unione europea per il superamento degli
svantaggi causati dalla condizione geografica".   
(Coe/Adnkronos)
ISSN 2465 - 1222
23-SET-18 13:45
NNNN